VERSIONE MOBILE
  HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
Da TuttoB.com le ultimissime notizie sul campionato cadetto
SONDAGGIO
PERUGIA: GIUSTO ESONERARE GIUNTI?
  SI
  NO

TMW Mob
EDITORIALE

Bari: è questione di..."chimica". Pisa-Cesena: un tram che si chiama salvezza. Comunque vada, onore al Latina

08.04.2017 08:00 di Marco Lombardi   articolo letto 2320 volte
© foto di Tommaso Maschio

In casa Bari la rivoluzione di gennaio non ha dato i frutti sperati, almeno fino a questo momento. Complicato riuscire ad amalgamare rapidamente un organico che per diversi motivi ha dovuto rifarsi il look. Serve tempo, ma la B non aspetta nessuno: il campionato ha ritmi frenetici, incalzanti, le partite si assottigliano ed i margini di errore si riducono drasticamente. La realtà è che i pugliesi non sono un collettivo, difettando di omogeneità e compattezza, bensì un insieme di solisti incapaci di ragionare da squadra: un “coacervo” di ottimi giocatori - sulla carta i più forti della categoria -, epperò assemblati alla rinfusa e alla spicciolata, dunque non affiatati. In altri termini, è la “chimica” di squadra che manca, quell’alchimia suscettibile di far decollare una stagione. A maggior ragione in un campionato equilibrato e livellato come la serie B, a fare la differenza è il gruppo. Esempi virtuosi sono le attuali capoliste Spal e Frosinone, che hanno mantenuto l’ossatura della passata stagione integrandola con innesti mirati e funzionali al progetto. Nessuna rifondazione, nessuno smantellamento, piuttosto un mercato scandito da pochi ritocchi di qualità. E mentre Colantuono continua a perdere pezzi e l’infortunio di Brienza getta un’ombra cupa sul finale di stagione, il Bari a La Spezia proverà a guarire dal mal di trasferta.  

Un’Arena Garibaldi tirata a lucido per festeggiare i 108 anni di storia del Pisa ospiterà il delicatissimo scontro diretto in chiave salvezza fra i nerazzurri ed il Cesena. Squadre separate in classifica da 4 punti (32 per i toscani, 36 per i romagnoli), in crisi di risultati e alla ricerca di una vittoria che varrebbe doppio. Da Montecatini, sede del quartier generale del Pisa, Gattuso, conscio dell’alta posta in palio, fa pretattica non lasciando trapelare nulla all’esterno. Meno criptico Camplone, che enfatizzando ha definito la gara di oggi una “guerra”. I nerazzurri, che non esultano in casa dal 21 gennaio (1-0 alla Ternana), vantano la retroguardia meno battuta del campionato, ma devono fare i conti con una conclamata sterilità offensiva che li relega mestamente all’ultimo posto nella speciale graduatoria. Dall’altra parte, il Cesena è squadra umorale, altalenante, dal potenziale inespresso: costruita per un campionato di medio-alta classifica, la compagine bianconera si trova ora a dover sgomitare per conservare la categoria. Presumibile attendersi una partita maschia, nervosa, scorbutica, che l’arbitro non dovrà farsi sfuggire di mano.    

Un Latina generoso e mai arrendevole esce sconfitto con due gol di scarto dal San Nicola, ma il risultato non riflette fedelmente l’andamento di una gara per larga parte del primo tempo comandata dai pontini. La trasferta di Bari ha chiarito, a scanso di equivoci, che la squadra di Vivarini, pur orfana di capitan Brosco - il cui grave infortunio evoca tristi presagi - e tra mille traversie societarie - costate il declassamento all’ultimo posto della graduatoria -, non intende mollare di un centimetro, difendendo orgogliosamente i colori nerazzurri con grande professionalità, dignità ed attaccamento alla maglia. E mentre è notizia di ieri il nuovo deferimento - preludio ad ulteriori penalizzazioni - a motivo del mancato deposito della fideiussione per l’iscrizione al campionato  e del mancato pagamento degli stipendi di novembre e dicembre, oggi i pontini si giocano contro il Vicenza le residue, minime, speranze di tenere aperto il discorso salvezza. 


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie EDITORIALE
 

Primo piano

Carpi, Calabro: "Dopo Perugia ripartiamo con rabbia e determinazione" Le dichiarazioni di mister Antonio Calabro nella conferenza stampa alla vigilia di Carpi-Parma: “Dopo la partita di Perugia si deve ripartire con rabbia e determinazione, perchè la sconfitta per come è venuta non è piaciuta a nessuno,...
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, la Top 11 della 15^ giornata di TuttoB Il quindicesimo turno del campionato cadetto è stato caratterizzato da diverse sorprese e tantissime reti. Come le tre messe...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Marchetti (dg Cittadella): "Battuto un Palermo tonico. La mentalità la nostra arma vincente. Var in B? Se può essere d'aiuto..." Il colpaccio di Palermo come chiave di volta per rilanciarsi nei quartieri alti della classifica, una mentalità offensiva che...
L'altra metà di Bari-Foggia, venduti 13mila biglietti: superato il record stagionale Bari-Foggia si candida ad essere la partita con più spettatori di questa stagione. Come comunica il club biancorosso, fino a...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 24 novembre 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi venerdì 24 novembre 2017.

 
Bari 26
 
Parma 26
 
Frosinone 25
 
Venezia 25
 
Palermo 25
 
Empoli 24
 
Cremonese 22
 
Salernitana 22
 
Cittadella 21
 
Pescara 20
 
Carpi 20
 
Avellino 19
 
Foggia 18
 
Novara 18
 
Brescia 18
 
Perugia 18
 
Spezia 17
 
Pro Vercelli 16
 
Virtus Entella 16
 
Ternana 15
 
Cesena 14
 
Ascoli Picchio 13

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.