Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

GdS - Catanzaro, c’è una porta da blindare. Scognamillo: "Ad ogni minimo errore veniamo puniti"

GdS - Catanzaro, c’è una porta da blindare. Scognamillo: "Ad ogni minimo errore veniamo puniti"TuttoB.com
Scognamillo
giovedì 22 febbraio 2024, 10:28Catanzaro
di Marco Lombardi

"Catanzaro, c’è una porta da blindare. Scognamillo: 'Ad ogni minimo errore veniamo puniti'", titola la Gazzetta del Sud. 

La difesa giallorossa vive un momento difficile, continua a prendere gol da nove partite consecutive.

Fra un gol fatto e uno evitato sceglierebbe senza ombra di dubbio la via canonica di un difensore: «Meglio non prenderli, ci rende nervosi». Fuori dal campo Stefano Scognamillo ha sempre un sorriso grosso così, tanto più adesso che il Catanzaro è in crescita. Basterebbe solo che riuscisse a blindare la porta come gli riusciva più spesso all’andata – e da nove partite non riesce più – per ridiventare ancora più nocivo per qualsiasi avversario. Va giusto allungata la coperta anche dall’altro lato, visto che in attacco funziona praticamente tutto.

«Credo ci stia andando anche un po’ tutto male perché non subiamo tanto, ma ad ogni minima occasione prendiamo gol. È un periodo un po’ strano e stiamo comunque cercando di limitare i piccoli errori che commettiamo», ha detto il ventinovenne napoletano, fra i senatori dello spogliatoio. Dopo Verna, “Scogna” è il calciatore con più militanza e presenze in giallorosso: 118 partite da gennaio 2021 ad oggi.

Ed è anche uno dei collanti di un organico coeso fin dallo scorso campionato: «Il progetto della società va avanti da quattro anni, la squadra è stata formata pian piano e ora siamo arrivati per certi versi alla perfezione, questo anche grazie a un grandissimo gruppo. E poi per me Catanzaro è casa, ho tanti amici, io e la mia famiglia ci stiamo benissimo», ha sottolineato il difensore. Dopo aver giocato contro il Sudtirol da terzino sinistro, sabato a Cittadella “Scogna” tornerà al centro della linea arretrata, complice pure l’assenza per squalifica di Brighenti: «A me non importa dove vengo schierato, sul ruolo sono sempre a disposizione, dove vuole il mister io sto» [...].