HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
Stadi in Serie B, sarebbe giusto riaprire le porte al pubblico?
  SI
  NO
  SI, ma tenendo un massimo di 1000 spettatori

Spezia

Spezia, Bartolomei a TMW: " Futuro? Per ora penso a finire la stagione, poi vedremo"

01.05.2020 20:00 di Christian Pravatà  Twitter:   
Bartolomei
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In casa Spezia Paolo Bartolomei è un protagonista indiscusso di questo campionato, lui che ha sempre lottato come un leone anche in quel periodo iniziale piuttosto negativo che sembrava dovesse sfociare in un ribaltone tecnico. Intervistato dalla redazione di Tuttomercatoweb, il calciatore ha parlato di passato, presente e futuro con grande schiettezza e con la maturità del veterano:



Come sta vivendo questi giorni?

“Mi posso ritenere fortunato perché sto a casa mia, a Lucca, con un bel giardino a disposizione che mi permette di allenarmi in attesa che ci dicano se e quando riprenderemo. Mi godo mio figlio Samuele di 4 mesi e trascorro un po’ di tempo con la mia ragazza Pamela, del resto non abbiamo alternativa. Non stiamo ancora pensando al matrimonio, ma abbiamo preso casa e la famiglia sta crescendo. Per ora non è in programma. So cucinare, aiuto a pulire casa, cerco sempre di trovare qualcosa da fare. Il piatto forte? Gnocchi al ragù, la mia specialità”.



Secondo lei come finirà questa vicenda?

“Vorrei ripartire, ma so che la salute è prioritaria e va messa al primo posto. Capisco che tutti vorrebbero tornare quanto prima alla normalità, serve un accordo tra le società affinchè le stagioni si possano concludere per dare un segnale di speranza anche alla gente sfruttando il valore sociale del calcio e dello sport. Noi dello Spezia abbiamo tutte le possibilità per ricominciare anche grazie ad un centro sportivo all’avanguardia. La nostra posizione di classifica è ottima, ci sono 30 punti in palio e crediamo fortemente nella promozione”.



Che Spezia troveremo qualora si ricominciasse a giocare?

“La ripresa sarebbe una incognita per tutti, stiamo fermi da tre mesi e non è facile ritornare subito ai ritmi abituali. La mentalità farà la differenza, con la testa giusta potremo fare una grande stagione. In questi giorni ci alleniamo da casa seguendo la tabella di marcia stilata dal procuratore, sono costantemente in contatto con i compagni e tutti aspettiamo una bella notizia pur sapendo che non è imminente. Tutti, però, vorremmo conquistare la A sul campo senza sospendere o annullare la classifica anche a costo di giocare a settembre. Non sarebbe il massimo, ma ci dobbiamo adeguare”.



Come mai lo Spezia non è ancora andato in A nonostante gli investimenti e l’ottimo lavoro della dirigenza?

“Sono qui da due anni, mi ha scelto il direttore sportivo e credo sia una persona competitiva che sa sempre allestire organici competitivi. Vincere non è mai facile, capita spesso che società allestiscano squadroni e poi non riescono a centrare il salto di categoria. Di esempi ce ne sono a bizzeffe, la B è un torneo complicatissimo che ospita calciatori forti e d’eccellenza. Speriamo possa essere l’anno buono per coronare un grande sogno, lo Spezia ci sta provando da tanto tempo”.



Italiano e Caserta le rivelazioni del campionato, è d’accordo?

“Il mister è giovane, ma molto preparato. E’ arrivato con una carica incredibile. All’inizio abbiamo faticato, ma il suo metodo di lavoro piaceva a tutta la squadra e abbiamo capito che presto avremmo raccolto i frutti del lavoro sul campo. Il nostro modo di giocare ci consente di esprimerci bene, al pari di Caserta sono due allenatori emergenti che stanno facendo parlare di sé. Proprio contro la sua Juve Stabia abbiamo giocato, e perso, l’ultima gara. Meritatamente, verrebbe da dire”.



Quanto fu strano scendere in campo al Menti senza spettatori?

“Sicuramente ha influito un po’ giocare senza pubblico, anche perché eravamo in hotel e fino alla fine la partita sembrava in bilico. A livello mentale un po’ di cose le abbiamo pagate, ma non esistono alibi: hanno vinto con merito, ma scendere in campo senza tifosi è complicato”.



Rimpianti per la sua carriera?

“Non bisogna piangersi addosso, sin da piccolo ho questa mentalità. Ho iniziato con la scuola calcio del mio paese, in qualche situazione sono stato sfortunato ma ho avuto il merito di non arrendermi. Vorrei giocare in serie A, anche a 30 anni puoi coltivare questo sogno. E’ l’ultimo scalino, si lavora per questo e mi farebbe enormemente piacere. Farlo con lo Spezia sarebbe il massimo, nonché un traguardo storico per la città”.



Possibilità di rinnovare?

“In questo momento stavamo solo pensando a finire questo campionato senza pensare ad altro. Ho un altro anno di contratto e non c’è fretta, a maggior ragione ora che c’è questa situazione. A bocce ferme ne parlerò con il direttore sportivo, qui sto bene e ho trovato una società importante e organizzata sotto ogni aspetto. Sono contento di stare qui e mi piacerebbe proseguire la mia avventura qui”.



Credete nella serie A diretta, ancor di più dopo gli innesti invernali?

“A gennaio la società ha dato un segnale importante prendendo giocatori di livello come Di Gaudio e Vitale che hanno vinto lo scorso campionato. La classifica, del resto, rispecchia gli sforzi della proprietà. A maggior ragione ci piacerebbe finire la stagione ed essere protagonisti”.


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Spezia
 

Primo piano

Schira: “Pescara avanti con Oddo. Prossime gare decisive”  Dopo una riunione dirigenziale il Pescara ha deciso di rinnovare la fiducia al tecnico Massimo Oddo. Decisive le prossime gare: serve una inversione di tendenza sul piano del gioco e dei risultati. Possibile l’innesto di un rinforzo nel reparto offensivo da pescare tra gli svincolati....
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di TOP & FLOP - Empoli-Pisa Terza vittoria consecutiva e testa della classifica solitaria, in attesa delle gare di domani. L'Empoli dopo la Spal rimonta in...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Cittadella, il dg Marchetti sul mercato: "Ceduti due giocatori importanti, acquistati giovani di buona prospettiva" Ai microfoni di TuttoB, Stefano Marchetti, direttore generale del Cittadella capolista del campionato cadetto, ha tracciato un bilancio...
L'altra metà di Serie B, 5a giornata: oggi gli ultimi due posticipi Si completerà oggi, con i posticipi Cosenza-Lecce (ore 15) e Cremonese-Brescia (ore 21), la 5a giornata del campionato di Serie...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 ottobre 2020

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 25 ottobre 2020.

 
Empoli 13
 
Salernitana 11
 
Cittadella (-1) 10
 
Frosinone 10
 
Chievo Verona 10
 
Venezia (-1) 7
 
Reggina 7
 
Spal 6
 
Lecce (-1) 5
 
Ascoli 4
 
Brescia (-1) 4
 
Reggiana (-1) 4
 
Cosenza (-1) 4
 
Pordenone 4
 
Pisa 3
 
Monza (-1) 3
 
Cremonese (-1) 3
 
Virtus Entella (-1) 3
 
Vicenza (-1) 2
 
Pescara 1

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy