Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

Piacenza, secondo ko consecutivo

Piacenza, secondo ko consecutivoTuttoB.com
Thomas Guzman
© foto di Alberto Mariani
domenica 27 marzo 2011, 19:24Piacenza
di Federico Errante
fonte www.piacenzasera.it

Più dura del previsto per la squadra biancorossa, che paga pesantemente le assenze in attacco. Improvvisamente, dopo la vittoria con il Crotone e la sconfitta di Bergamo, i tifosi biancorossi si rendono conto di quanto conti l’assenza di bomber Cacia, a cui si è aggiunta quella di Simone Guerra. Pochissime conclusioni e gioco confuso a centrocampo per una squadra biancorossa mai così brutta in questa stagione.

Il Porto mette in campo muscoli, corsa e il minimo di qualità che basta per portare a casa una vittoria preziosa. L’aggressività dei veneti mette in difficoltà un centrocampo biancorosso dove rientra un Catinali ancora lontano dalla forma migliore e dove Cofie paga la fatica delle ultime partite. Se a ciò si aggiunge che Sbaffo non riesce ad adattarsi alla posizione di esterno destro, e che davanti Piccolo e Guzman non ne indovinano una, si ha il quadro completo della situazione.

E’ l’ex Pippo Cristante a firmare la rete del vantaggio del Porto, con un gollonzo: il suo cross sbilenco prende una strana, e non voluta, traiettoria e si insacca alle spalle dell’incredulo Cassano. Nella ripresa, con un Piace passato al 4-3-3 con gli ingressi di Marchi e Tremolada, arriva una reazione debole. Madonna mette Rickler davanti, e inserisce al suo posto Mei (perchè non zammuto?) nel cuore della difesa. Ed è Mei che viene comicamente superato da uno splendido Altinier, che insacca per il raddoppio dopo una prfegevole azione personale. Nel finale arriva la rete di Guzman di testa sul cross da destra di Avogadri, poi non bastano cinque minuti di recupero.

Peccato, anche perchè il momento positivo e i prezzi dimezzati avevano portato al Garilli più numeroso del solito. Dopo la seconda sconfitta consecutiva si torna a fare calcoli sulla zona retrocessione: il Piace è a +5 sui playout, ma il recupero che coinvolge Ascoli e Crotone rischia di accorciare ulteriormente la classifica. E pensare che in caso di vittoria il Piace sarebbe a meno uno dai playoff! Sabato si va a Vicenza, mancheranno anche Sbaffo e Gervasoni, davanti rientrerà Guerra.