Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

CALCIOSCOMMESSE, Riccardi: "Rimandiamo playoff e playout"

CALCIOSCOMMESSE, Riccardi: "Rimandiamo playoff e playout"TuttoB.com
© foto di Federico De Luca
mercoledì 1 giugno 2011, 22:02Piacenza
di Federico Errante
fonte tuttoalbinoleffe.com

Maurizio Riccardi, amministratore delegato del Piacenza, che dovrà giocarsi, sabato la partita d'andata al Garilli, la salvezza ai play out contro l'Albinoleffe ha avanzato l'ipotesi di spostare le date di playoff e playout dopo lo scandalo scommesse che ha travolto il mondo del calcio. "Chiediamo alla Federazione e alla Lega Calcio di rinviare playoff e playout in serie B. Il momento è talmente grave che manca, non solo a noi, la necessaria serenità".

Lo scandalo scommesse ha coinvolto Carlo Gervasoni: secondo le indagini, il difensore della squadra emiliana (ora indagato) avrebbe aiutato il capitano dell'Atalanta Cristiano Doni a perfezionare il 3-0 a favore dei bergamaschi, punteggio sul quale la 'cricca' bolognese ha puntato forte lo scorso 11 marzo. "Ho pensato subito alle dimissioni - prosegue Riccardi - per lasciare un mondo nel quale mi sono sempre battuto con onestà, in sintonia con un presidente che ha dato tantissimo al Piacenza che, in questa vicenda, è parte lesa. Poi ha prevalso un'altra considerazione: lotterò fino in fondo perchè siano perseguiti coloro che, con il loro comportamento, hanno infangato il nome della società".

Riccardi è molto duro con giocatori ed ex giocatori, protagonisti della rinnovata caccia ai soldi facili. Dice: "Sono sempre stati coccolati, vezzeggiati, strapagati. E questi sono i risultati...".

Intanto, Gervasoni è ufficialmente influenzato e comunque non avrebbe certo giocato sabato. L'ambiente è in fermento e le forze dell'ordine hanno allontanato dalla zona dello stadio un gruppetto di ultrà.