Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

QS: "Pisa, azzeramento o ristrutturazione? Ore di riflessioni, Chiellini e D'Angelo in bilico"

QS: "Pisa, azzeramento o ristrutturazione? Ore di riflessioni, Chiellini e D'Angelo in bilico"TuttoB.com
Giovanni Corrado
giovedì 25 maggio 2023, 09:30Pisa
di Marco Lombardi

"Pisa, azzeramento o ristrutturazione? Ore di riflessioni, Chiellini e D’Angelo in bilico", titola il Quotidiano Sportivo. 

La società sta valutando tre strade diverse: confermare il tecnico cambiando qualche giocatore chiave oppure mutare guida tecnica, ma confermare il gruppo. Ma c’è anche l’ipotesi di una rivoluzione totale.

Servono risposte per programmare il futuro e non compiere gli stessi errori della passata stagione, ma sarà ristrutturazione o azzeramento? La società nerazzurra in questo momento si trova a valutare – attraverso la propria dirigenza – i passi da seguire per definire il nuovo progetto sportivo. La catena di comando sarebbe già chiara ma il futuro in bilico di Claudio Chiellini mette di fronte il presidente Giuseppe Corrado e il direttore generale Giovanni Corrado a ulteriori scelte. La sensazione è che se il diesse nerazzurro – che non ha ancora rinnovato col Pisa – dovesse partire sarà più per una scelte personale dell’ex Juve piuttosto che per una scelta strategica del Pisa. In caso di addio Giovanni Corrado potrebbe decidere di optare per ricostruire di una nuova ‘triade’ partendo da un giovane diesse pronto a spiccare il volo. Sotto il profilo tecnico resta comunque una grande domanda: azzeramento o ristrutturazione di squadra e staff tecnico? Di fatto sono tre le ipotesi al vaglio. La prima è la più soft: tende a ripartire da D’Angelo con una ristrutturazione parziale della squadra in base ai ruoli chiave, potando quindi quei calciatori che sono ritenuti i rami secchi. La seconda strada, invece, è già più drastica: porta a cambiare l’allenatore e, parzialmente, a ristrutturare la squadra. Mentre la terza via è quella sicuramente più drastica: rivoluzionare tanto la rosa quando i quadri tecnici cambiando, di fatto, tutto allenatore e gran parte dei giocatori [...].