Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

QS - Pisa, 73 milioni in tre anni

QS - Pisa, 73 milioni in tre anniTuttoB.com
Il patron Knaster
© foto di Luca Bargellini
martedì 6 febbraio 2024, 08:56Pisa
di Marco Lombardi

"73 milioni in tre anni", titola il Quotidiano Sportivo. 

L’investimento del Pisa fra stipendi e calciomercato.

Da quando il 75% delle quote del Pisa Sporting Club sono state cedute da Enzo Ricci ad Alexander Knaster, nel gennaio del 2021, la società nerazzurra ha fatto una decisa virata sugli investimenti per l’area sportiva, dal mercato e dagli stipendi. Complessivamente sono stati investiti, tra mercato e stipendi, oltre 73 milioni di euro.

Al timone, come sempre, il direttore generale Giovanni Corrado, mentre in questi tre anni si sono avvicendati alla direzione sportiva prima Claudio Chiellini e poi Stefano Stefanelli. Dai numeri analizzati dai bilanci emergono alcuni dati interessanti. La spesa complessiva degli stipendi, ad esempio, è stata di 45 milioni 478mila euro. Guardando la suddivisione si parte dai 9 milioni e 135 mila euro nel 2021-22, quando la società nerazzurra aveva il dodicesimo monte stipendi del torneo, ma concluse la stagione perdendo la finale contro il Monza. Lo scorso anno (2022-23) il Pisa è arrivato a pagare per gli stipendi 16 milioni e 563 mila euro (sesto monte ingaggi della categoria), mentre in questa stagione la cifra è di 19 milioni e 780 mila euro.

Guardando al calciomercato il Pisa, a livello complessivo, in queste tre stagioni ha investito 27.940.894 euro. Una cifra suddivisa tra 8.458.052 euro della stagione 2021-22, dove spiccano gli acquisti Lucca (2,6 milioni di euro), Cohen (2,2) e Touré (1.151) oltre a Seck (500 mila euro). Lo scorso anno gli investimenti maggiori dal mercato, con 13.232.842 euro. Le spese più onerose arrivano dai cartellini di Moreo (2 milioni e 650 mila euro), i fratelli Tramoni (5.131.215 euro), quindi Torregrossa (1.405.000 euro), Canestrelli (2 milioni) e il riscatto di Beruatto (2,1). In questa stagione invece la spesa corrisponde a poco più di 6 milioni di euro, nella quale spiccano i 3,5 milioni per Mlakar, il milione di euro per Esteves e, per ultimi, i 750 mila euro di Bonfanti.

Da tre anni il Pisa è costantemente tra le prime cinque squadre che hanno speso di più sul mercato. Nel corso di questa stagione i nerazzurri si trovano al quarto posto con i loro circa 6 milioni, a fronte dei 16 milioni spesi dal Palermo, degli 11 dello Spezia e dei 10 milioni del Como [...].