Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

La Nazione: "Quella partita difficile a modo suo. Pisa all’Arena per una nuova svolta"

La Nazione: "Quella partita difficile a modo suo. Pisa all’Arena per una nuova svolta"TuttoB.com
D'Angelo
© foto di Claudia
sabato 18 marzo 2023, 08:53Pisa
di Marco Lombardi

"Quella partita difficile a modo suo. Pisa all’Arena per una nuova svolta", titola La Nazione. 

I nerazzurri attendono il Benevento fra esigenze di classifica e voglia di non sbagliare. D’Angelo ai suoi: "In casa alcuni risultati ci hanno fatto male, dobbiamo ritrovare la tranquillità".

Tutte le partite facili sono uguali, ogni partita difficile è difficile a modo suo. E il match odierno con il Benevento è ascrivibile proprio alle disfide più complesse. Le montagne da scalare stanno tanto in campo, quanto nella testa dei nerazzurri. Sul terreno di gioco gli ostacoli sono palesi: i campani – a dispetto di una classifica deficitaria – hanno rosa dalla qualità elevata. Nella cabina centrale di comando dei calciatori, invece, può risiedere la chiave del match: il Pisa ultimamente all’Arena fatica ad esprimersi, anche a fronte di avvii di gara sempre complessi. Ritrovare serenità potrebbe sbloccare quindi da quelle ansie e paure che impediscono il cambio di marcia.

Non è un caso che proprio sull’aspetto psicologico si soffermi il tecnico Luca D’Angelo: "In casa – sostiene l’allenatore – abbiamo perso un po’ di tranquillità. I risultati di alcune partite hanno lasciato il segno nel nostro inconscio. Ai miei giocatori, quindi, chiedo di scendere in campo con più serenità e maggiore libertà. I nostri tifosi possono trascinarci e dobbiamo sfruttare la situazione ambientale". Il tecnico non ha dubbi: "Non dobbiamo dare la colpa ai singoli – continua – Credo molto in questa squadra, così come sono certo del valore dei calciatori arrivati dal mercato di gennaio. Alleno una squadra sempre molto presente negli allenamenti e il giorno della partita. E’ vero che in questo girone di ritorno abbiamo faticato maggiormente, ma è altrettanto vero che abbiamo avuto anche importanti picchi come la vittoria con il Parma e la Reggina. La società ci chiede di fare ancora di più per centrare gli obiettivi e noi sappiamo di poter trovare, in noi stessi, quelle qualità per raggiungere quanto ci viene chiesto" [...].