Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B baribresciacarraresecatanzarocesenacittadellacosenzacremonesefrosinonejuve stabiamantovamodenapalermopisareggianasalernitanasampdoriasassuolospeziasudtirol

La Nazione: "Pisa, il pres. Corrado: 'Delusi, ma con le idee ben chiare. La nostra serie A è il centro sportivo. Ormai siamo una big di cadetteria'"

La Nazione: "Pisa, il pres. Corrado: 'Delusi, ma con le idee ben chiare. La nostra serie A è il centro sportivo. Ormai siamo una big di cadetteria'"TuttoB.com
Giuseppe Corrado
domenica 28 maggio 2023, 09:21Pisa
di Marco Lombardi

"Pisa, il pres. Corrado: 'Delusi, ma con le idee ben chiare. La nostra serie A è il centro sportivo. Ormai siamo una big di cadetteria'", titola La Nazione. 

Il presidente nerazzurro, Giuseppe Corrado, analizza la stagione nell’ultima puntata de ‘La voce dagli spogliatoi’. "Il progetto non cambia e neppure gli investimenti. Continuiamo a crescere, la serie A poi verrà".

Le parole dette e quelle mancanti. Le prime sono chiare e sono le regole che Giuseppe Corrado detta: il progetto aziendale non si specchia nei risultati sportivi. Una scissione : il presidente ribadisce, ancora una volta, che la crescita della società non è influenzata dai risultati contingenti siano essi buoni o (come in questo caso) deludenti. Il Pisa non naviga lungo le onde incerte di un pallone che rotola, ma dentro un progetto di investimenti più ampio. Ma vi sono anche le parole non dette, più difficili da interpretare. Nel lungo colloquio con Aldo Orsini – nell’ultima puntata de ‘La Voce dagli spogliatoio’ su Canale 50 – si parla di continuità societaria, ma mai di ‘continuità tecnica’. La sensazione che se ne ricava è un certo distacco, se così vogliamo dirla, dall’attuale guida di D’Angelo. Impressioni a parte, i nodi sciolti sono tre e tutti piuttosto facili da riassumere: la società va avanti con gli investimenti, entro settembre partiranno i lavori al centro sportivo ("più importante della serie A") e il mondo del calcio deve riscrivere parte delle proprie regole così da tutelare (sul serio) chi opera nella correttezza [...].