Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

La Nazione - Aquilani, oltre alla Fiorentina c’è di più. Pochi risultati, tanta attesa: dubbi nerazzurri

La Nazione - Aquilani, oltre alla Fiorentina c’è di più. Pochi risultati, tanta attesa: dubbi nerazzurriTuttoB.com
Aquilani
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 14 maggio 2024, 09:21Pisa
di Marco Lombardi

"Aquilani, oltre alla Fiorentina c’è di più. Pochi risultati, tanta attesa: dubbi nerazzurri", titola La Nazione. 

Si aspetta il ritorno di Alex Knaster per prendere una decisione sul futuro del tecnico. 

Alexander Knaster è atteso in città nei prossimi giorni. Il magnate, proprietario della maggioranza del Pisa Sporting Club, ha in programma una serie di incontri per decidere il futuro del progetto sportivo. La prima questione da affrontare sarà quella sul destino di Alberto Aquilani. Il tecnico infatti, corteggiato dalla Fiorentina, ha preso tempo nelle ultime settimane, rimandando tutto a fine campionato. C’è grande delusione per il risultato dell’ultima partita contro l’Ascoli. Lo stesso direttore generale Giovanni Corrado lo aveva fatto capire in sala stampa: "Dovreste essere tutti arrabbiati se non dovessimo fare risultato". Così è stato. Le ultime dichiarazioni del tecnico nerazzurro alla stampa inoltre hanno mostrato un po’ di disallineamento nelle strategie, tutte da chiarire. I giocatori, definiti "non perfettamente aderenti all’idea di gioco", l’invito a cercare "calciatori più funzionali" per capire se questo matrimonio potrà continuare insieme, mentre i playoff sono stati giudicati dalla società come un obiettivo più che raggiungibile, anche a fronte del sesto monte ingaggi del campionato, con il tecnico che è stato protetto a più riprese da parte dei dirigenti, che si sono sempre schierati in favore dell'allenatore in conferenza stampa. 

Le parole di Aquilani, unite al post gara di Ascoli, di tenore diverso, nel quale aveva dichiarato anche "devo capire se non sono io un danno per il Pisa", non sarebbero state percepite proprio positivamente dalla proprietà, a quanto emergerebbe. Aquilani dovrà chiarire le sue intenzioni nei prossimi giorni, dare risposte certe sulle sue intenzioni.

Non è escluso che anche il Pisa, che non può attendere il 3 giugno, giorno dopo il recupero tra Atalanta e Fiorentina, possa decidere di prendere una strada differente, quella della separazione, se lo riterrà opportuno. L’ultima parola spetterà proprio a Knaster. Stefano Stefanelli invece ha già informato da tempo dell’interessamento della Juventus e i rapporti sono ottimi con proprietà e direzione generale, tanto che il Pisa avrebbe già pronto un piano B in caso di separazione. Ad esempio un sondaggio è stato fatto certamente per Paolo Bravo del Sudtirol, resta in piedi l’ipotesi Mancini. Tramonta invece quella legata a Carlalberto Ludi. "Rimarrò a Como anche l’anno prossimo", ha dichiarato il direttore dei lombardi ieri in un’intervista a Radio Uno Rai [...].