HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » frosinone » Spal
Cerca
Sondaggio TMW
SERIE B: GIUSTO ESONERARE LIVERANI E CLOTET?
  SI
  NO

Spal, De Rossi: “Voglio trasmettere alla squadra la grinta che avevo da giocatore”

01.01.1970 01:33 di Redazione Milano   
Fonte: www.Spal Ferrara.it
Spal, De Rossi: “Voglio trasmettere alla squadra la grinta che avevo da giocatore”

A meno di 48 ore dalla conferenza stampa di presentazione ufficiale, mister De Rossi torna a parlare e lo fa alla vigilia di Cittadella - SPAL che si giocherà domani alle ore 14 allo stadio “Tombolato”.

“In questi giorni abbiamo svolto un lavoro perfetto, - ha esordito il tecnico biancazzurro - ho visto grande applicazione e grande entusiasmo, ma adesso iniziano le partite e inizia anche la parte meno piacevole che mi riguarda direttamente e che è quella delle scelte. Aspetto l’allenamento di oggi per avere degli ulteriori suggerimenti ma non voglio dare vantaggi a nessuno, siamo una novità e per quello che può valere tengo il “fattore sorpresa” per questa partita.
In queste ore abbiamo lavorato sull’aspetto tecnico e tattico, ma ovviamente abbiamo guardato anche i numeri. Come dite abbiamo preso qualche goal di troppo e abbiamo adottato delle contromisure, vediamo se domani funzioneranno ma come ho già detto nel corso della mia prima conferenza stampa, quando si difende si difende tutti insieme e si difende non solo con la gambe ma anche con la testa e la mentalità giusta."

"Il Cittadella gioca insieme da tanti anni, - ha proseguito mister De Rossi - ha un gioco molto riconoscibile, è una squadra molto fisica e propensa alla giocata verticale, dovremo quindi prestare particolare attenzione a queste caratteristiche.
Guardando alle partite precedenti, il problema è più generale ed è legato all’alternanza di risultati e prestazioni. Ho visto momenti di calcio eccezionali contro il Bari e il Venezia e spezzoni di gioco meno buoni, abbiamo portato qualcosa di nuovo sperando di poter migliorare la situazione.
Quello che cerco di trasmettere e che vorrei riuscire a vedere, sicuramente non con tre giorni di lavoro, è una squadra che deve essere artefice del proprio destino e non subisca gli avversari. Dobbiamo provare a fare quello che vogliamo fare e non quello che gli altri ci permettono di fare."


"Sono arrivato qui con un libro bianco, - ha concluso l'allenatore biancazzurro - sono i giocatori che mi devono aiutare a scrivere le linee guida e queste nel tempo possono cambiare a seconda delle caratteristiche e delle condizioni fisiche dei giocatori. Non voglio mettere troppa confusione, sono aperto a tutti i moduli e a tutte le soluzioni di gioco. Noi possiamo dare delle idee, ma bisogna vedere come vengono interpretate e riproposte da chi va in campo.
Spesso mi chiedete se uno dei miei obiettivi è quello di trasmettere alla mia squadra la grinta che avevo da giocatore ma voglio dire che i giocatori della SPAL hanno grinta, sangue e sono vivi non hanno bisogno di me. Se domani faranno una partita tosta il merito sarà loro e non mio. Sono giocatori di testa e di cuore per come ci hanno accettato, non so quanto questo possa contare in campo ma sicuramente nella vita conta tanto.”


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Frosinone

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy