Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

GdS - Un grande Cosenza impone il pareggio alla capolista Parma

GdS - Un grande Cosenza impone il pareggio alla capolista Parma
Caserta
mercoledì 28 febbraio 2024, 11:46Cosenza
di Marco Lombardi

"Un grande Cosenza impone il pareggio alla capolista Parma", titola la Gazzetta del Sud. 

Il Cosenza torna dal “Tardini” con un punto che permette di disinnescare qualsiasi contraccolpo psicologico dopo la sconfitta interna con la Sampdoria e si proietta al derby di domenica con la consapevolezza nei propri mezzi raccolta durante la sfida contro la capolista di Pecchia.

I rossoblù riescono a riprendere la partita e sfiorano il colpaccio. Il Parma, infatti, la sblocca immediatamente con Cyprien che, al volo, da fuori area trova impreparato Micai. Il Cosenza prova a reagire con Tutino (pallonetto errato al 4’) e Marras (diagonale largo al 6’). La partita è vivace. I ducali ci provano pure al 12’ ma Man non inquadra la porta da circa 20 metri.

I rossoblù sono in partita. La squadra di Caserta riesce a liberarsi della pressione gialloblù e a pungere come quando Antonucci manda fuori sul suggerimento nello spazio di Tutino (20’).

Il Cosenza, con Calò in campo, ha poi un’altra arma: i calci piazzati. Al 35’ Venturi è murato da Hernani ma al 40’ Camporese stacca con i tempi giusti e batte Chichizola per l’1-1. La sfida è apertissima, i silani sono determinati e al 43’ è il palo a dire no a Tutino sul cross di Frabotta.

Il secondo tempo comincia con il palo di Calò su punizione (8’), poi Chichizola si salva su Tutino e blocca la conclusione di Voca (11’) mentre dall’altro lato Micai si riscatta su Cyprien (17’). I parmigiani rimangono poi in dieci per l’espulsione di Balogh (doppio giallo) a diciassette minuti dal novantesimo. In inferiorità numerica, i gialloblù hanno l’occasione migliore: Man colpisce la traversa. Tutino invece, nel sesto minuto di recupero, arriva in anticipo e manca il colpo del ko a porta sguarnita, sul secondo palo, sul cross di Canotto.