Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

GdS - Cosenza con la carica giusta a Modena: caccia al poker. Più di mille i tifosi al seguito

GdS - Cosenza con la carica giusta a Modena: caccia al poker. Più di mille i tifosi al seguitoTuttoB.com
Caserta
sabato 10 febbraio 2024, 09:57Cosenza
di Marco Lombardi

"Cosenza con la carica giusta a Modena: caccia al poker", titola la Gazzetta del Sud. 

Il tecnico Caserta: «Emiliani capaci di adattarsi alle caratteristiche di chi hanno di fronte».

«Non è uno spartiacque perché il nostro campionato, in un caso o nell’altro, non finisce contro il Modena ma è certamente una partita importante».

Fabio Caserta non si è sbilanciato ma ha riconosciuto quanto la sfida di questo pomeriggio al “Braglia” possa aprire una nuova fase per il suo Cosenza. I rossoblù, contro la tradizione (non sono mai tornati vittoriosi), vogliono impensierire la formazione di Paolo Bianco. «Vogliamo fare il massimo, raggiungendo la salvezza il prima possibile. Il Modena ha vissuto una fase negativa ma nelle ultime due partite ha mostrato di essersi ripreso conquistando un successo contro il Parma e un pari contro la Sampdoria. Hanno giocatori interessanti e concedono pochi punti di riferimento. Nell’arco della stagione hanno cambiato spesso sistema di gioco quindi non sai mai quale forma assumono. Si adattano alle caratteristiche dell’avversario. Sarà un grande piacere incontrare Bianco. Con lui ho vissuto tanti momenti in passato. Alcuni molto belli, altri meno. Ha grandi doti umane, le sue squadre sono forti sotto il piano temperamentale».

[...].

I Lupi saranno seguiti da più di mille tifosi: «Sono straordinari. Non ci fanno mai sentire in trasferta. In questa stagione non abbiamo praticamente mai avvertito il fattore campo. Dobbiamo fare bene anche per loro perché lo meritano».