HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
LOTTA PER IL SECONDO POSTO: CHI LA SPUNTERA'?
  VENEZIA
  CREMONESE
  PALERMO
  COMO

Benevento

Specchia sul Benevento: "Fiducia nell'impresa. Con Agostinelli può vincere a Palermo"

19.04.2023 11:18 di Marco Lombardi  
Specchia
Specchia

"Specchia: «Ho fiducia nell’impresa. Il Benevento con Agostinelli può vincere a Palermo»", titola Il Mattino. 

La carriera da allenatore di Andrea Agostinelli è iniziata sotto l’ala di Paolo Specchia. Alla Lodigiani, trentuno anni fa, Agostinelli passò da capitano a vice dell’allenatore pugliese, che nel 2005/06 fu il secondo a sedersi sulla panchina del Benevento agli albori dell’era Vigorito. «La proprietà voleva confermarmi con un triennale dopo che avevamo perso una semifinale playoff in C2. Rifiutai, non capendo le potenzialità economiche di Vigorito.Me ne sono pentito», la confessione di Specchia.

Il «suo» Andrea Agostinelli si è seduto sulla panchina del Benevento. Come valuta la scelta del patron Vigorito? «Fu il mio capitano alla Lodigiani. Persona splendida, gran giocatore e grande allenatore. Ha cominciato facendo il mio vice, poi ha proseguito da solo. Lo portai in panchina al Portogruaro quan do ero responsabile tecnico. È un tecnico che ha grandi qualità in assoluto, è intuitivo e intelligente, bisogna solo che i giocatori lo seguano. Mi auguro possa fare un miracolo, lo spero anche per la proprietà Vigorito, che merita come minimo di restare in B. Il presidente ha scommesso su di lui e ogni tanto le scommesse gli capita di vincerle».

L’ultima volta di Agostinelli su una panchina italiana risale al 2013 a Varese. Tornare dopo alcune esperienze all’estero è uno stimolo in più? «Assolutamente sì. Agostinelli è motivatissimo perché sa che è una bella chance per lui. Un altro allenatore sarebbe rimasto fuori dal giro del calcio italiano, lui invece ha voluto accettare pur sapendo che potrebbe andare male. Spero possa avere questa soddisfazione, che lo ripaghi anche per la sofferenza atroce che ha provato per la perdita del figlio». Quattro allenatori in una stagione sono decisamente troppi.

È il momento che siano i giocatori a dare delle risposte? «Se tre allenatori come Caserta, Cannavaro e Stellone, anche lui mio calciatore alla Lodigiani e che speravo facesse bene, non sono riusciti a risolvere i problemi, vuol dire che la squadra è stata costruita in maniera sbagliata. Probabilmente sono state sbagliate alcune valutazioni sui calciatori, soprattutto su quelli in prestito. Ci sono poi altri che forse sono alla fine del loro ciclo nel Sannio».

Il nuovo allenatore deve fare scelte forti, soprattutto in attacco? «Adesso è giusto affidarsi ai senatori e a pochi calciatori. Agostinelli ha detto bene, non c’è più tempo e quindi c’è bisogno solo di gente motivata, che dia tutto e che creda in un’impresa. Chi non ha più motivazioni deve restare fuori, a costo di giocare con soli sedici calciatori. Il mister deve crearsi uno zoccolo duro. In attacco certamente servirebbe esperienza, però anche la gioventù e l’incoscienza in questo momento sono importanti. Carfora sta dimostrando di poter stare in prima squadra e merita fiducia. Ciano ha lanciato segnali importanti nel secondo tempo contro la Reggina, come anche Farias. È giusto ripartire da loro».

Di occasioni i giallorossi ne hanno sprecate tante finora. Contro il Palermo sarà davvero l’ultima chiamata? «Personalmente credo molto nell’impresa. Già da Palermo il Benevento dovrà fare risultato, cioè conquistare l’intera posta in palio. Sarà importante restare incollati al Perugia in classifica per arrivare all’ultima al “Curi” con la possibilità di giocarsi tutto. Nella speranza che la distanza tra la quartultima e la quintultima in graduatoria non diventi superiore ai quattro punti».


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Benevento
 

Primo piano

Spezia, D’Angelo: “C’è rammarico per una gara che avremmo meritato di vincere” Una buona gara delle Aquile sul terreno del San Nicola di Bari, con la rete di Mateju che non è bastata per portare via i tre punti. Al termine dell'incontro, mister Luca D'Angelo commenta così la prova dei suoi: "Abbiamo interpretato un'ottima...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di La Top11 della 27esima Giornata Portiere: Loria (Pisa)   Difesa: Svoboda (Venezia) Camporese (Cosenza) Canestrelli (Pisa)   Centrocampo: Felici...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Calori: "Parma, è quasi fatta. Cremo-Palermo da tripla. Pisa, davanti manca qualcosa. La Samp dovrà adattarsi. Su Romero..." Il Parma che 'vede' la A, la lotta per il secondo posto, il Citta in crisi, lo Spezia in ripresa e un gioiellino che avrebbe...
L'altra metà di Serie B, Modena-Cremonese al 45': risultato bloccato sullo 0-0 Terminata la prima frazione di gara al 'Braglia' tra Modena e Cremonese, posticipo che chiude la ventottesima giornata del...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 03 Marzo 2024

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 3 marzo 2024.

Parma 59
Como 52
Venezia 51
Cremonese 50
Catanzaro 48
Palermo 46
Brescia 38
Modena 36
Cittadella 36
Südtirol 35
Pisa 34
Bari 34
Cosenza 33
Reggiana 33
Sampdoria 31*
Ternana 29
Ascoli 28
Spezia 27
Feralpisalò 24
Lecco 21
Penalizzazioni
Sampdoria -2

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy Consenso Cookie