HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » venezia » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
Stadi in Serie B, sarebbe giusto riaprire le porte al pubblico?
  SI
  NO
  SI, ma tenendo un massimo di 1000 spettatori

Tanta voglia di VeneziaMestre!

23.09.2020 13:18 di Manuel Listuzzi    per tuttoveneziasport.it  

Una cosa appare certa. Chiunque pensasse ad un VeneziaMestre in crisi economica, in liquidazione totale o, ancor peggio, in balia degli eventi dopo l’addio di Tacopina, dovrà per forza di cose iniziare a rivedere le proprie certezze. Perché se c’è una cosa che emerge dal mercato portato avanti da Collauto e Poggi è che di sicuro non sia stato all’insegna del risparmio e del contenimento dei costi. Certo, ci si è liberati di contratti pesanti come quello di Zigoni e probabilmente Lollo, verosimilmente partirà Maleh che ha rifiutato un generoso rinnovo di contratto, ma sembra difficile che qualcuno possa storcere il naso davanti a tale campagna acquisti. L’estate da sempre è fatta per accendere i sogni dei tifosi ed allora proviamo a viaggiare con la fantasia.

Tra i pali abbiamo la conferma di Lezzerini, che nonostante alcuni errori e lacune dimostrate la passata stagione, è stato cercato da diversi club in questo breve stacco, chiaro segnale che i margini di crescita siano evidenti. La difesa a quattro vede la conferma di capitan Modolo, ma soprattutto il riscatto di Ceccawall comparso costantemente nella lista dei migliori nella parentesi post covid. A coprire le loro spalle il duo Cremonesi-Svoboda, quest’ultimo contraddistinto da una mole fisica decisamente importante. Ai lati abbiamo quello che a mio avviso potrebbe essere il più grande rinforzo della stagione, quel Felicioli che fino all’infortunio si era evidenziato per tecnica ed agonismo; il suo sostituto sarà l’esperto Molinaro, dimostratosi fondamentale per la tenuta mentale e caratteriale della squadra nel finale di campionato. A destra il neo acquisto Mazzocchi e l’interessante Ferrarini, una coppia che può garantire scelta di maggior copertura il primo, di predisposizione alla spinta il secondo. Passiamo alla mediana, il reparto che potrebbe rivelarsi il punto di forza della squadra. Graditissima la conferma del metronomo Fiordilino, uno dei migliori dell’era Dionisi; al suo fianco la scelta del doppio play dovrebbe premiare Taugourdeau, centrocampista di qualità cercato da mezza serie b e che annovera tra le sue qualità un discreto feeling con il gol. Il terzo di centrocampo dovrebbe essere quel Crnigoj che abbiamo potuto solamente intravedere in questo precampionato, ma che sembra essere un giocatore capace di abbinare tecnica e quantità, grazie ad una stazza non indifferente ed un piede educato. Anche la panchina sembra ben fornita finanche nel caso dovessimo rinunciare a Maleh, con Vacca, Lollo (al momento) e la scommessa Serena. All’occorrenza si potrà utilizzare la carta Aramu arretrato, così come l’islandese Bjarkason o lo scozzese St Clair. Nel reparto avanzato invece la scelta sarà molto ampia, con Zanetti che ogni settimana avrà la possibilità di scegliere tra diversi interpreti quello che dovrebbe costituire un trio tutto fantasia e velocità. Aramu, Forte e Johnsen dovrebbero costituire il tridente titolare, sempre che il norvegese riesca a concretizzare quel talento che tutti gli hanno riconosciuto fin dal primo tocco di palla. Ma sarà pressante anche la concorrenza di un Di Mariano apparso molto motivato, senza dimenticare l’altro squalo Capello, il figliol prodigo Bocalon (che da subentrato ha fatto sempre vedere buone cose) ed il giovane Rossi.

Insomma, dicevamo che l’estate è la stagione dei sogni. Se queste sono le premesse, io inizierei a mollare le cime della nostra fantasia…

Avanti Unione!


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Venezia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy