VERSIONE MOBILE
  HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
Da TuttoB.com le ultimissime notizie sul campionato cadetto
SONDAGGIO
NEOPROMOSSE: CHI POTREBBE AMBIRE SUBITO ALLA PROMOZIONE?
  PARMA
  CREMONESE
  FOGGIA
  VENEZIA

TMW Mob
Pescara

Oddo in conferenza stampa: "Sogno di allenare il Pescara in Serie A. Contro il Lanciano sarà dura, ma a noi serve la vittoria. Complimenti a Ranieri. E Gilardino..."

04.05.2016 18:00 di Marco Romano   articolo letto 46 volte
Fonte: dal nostro inviato a Pescara Marco Romano
© foto di Federico Gaetano

Il tecnico dei biancazzurri Massimo Oddo, nella conferenza stampa dopo l'allenamento mattutino, nell'incontro con la stampa viene portato a toccare vari argomenti, dalla situazione attuale dell'infermeria, al momento della squadra in vista dei play-off, fino ad arrivare ai complimenti a Claudio Ranieri e citare Baresi e Gilardino.

Mister come stanno i vari Crescenzi, Lapadula, Zampano?

“C'è qualche acciacco. Lapadula ha qualche fastidio alla caviglia ma non dovrebbero esserci problemi. Memushaj dovrebbe rientrare anche se sta svogendo lavoro a parte per evitare colpi di freddo e di vento. Zampano è rientrato. Dovrebbe rientrare Crescenzi, valutiamo se fargli fare prima una partita con la primavera. Sarebbe disponibile anche per domenica ma preferirei fargli fare qualche minuto e vederlo per poi averlo a disposizione contro il Modena”.

Cosa pensa della Virtus Lanciano? Come vede i suoi prossimi avversari?

“E' una squadra che sta facendo bene. Ho visto l'ultima partita e non meritava di perdere. Ha giocato gran parte della gara con un uomo in meno, ma nonostante questo ha fatto buone cose. Nonostante tutto quello che sta succedendo è una squadra che ha entusiasmo, hanno voglia di dimostrare e centrare un obiettivo che tutto sommato fino a questo momento sarebbe meritato perché avrebbe molti punti e sarebbe già quasi salvo. E' una partita difficile perché entrambe le squadre hanno bisogno di fare i 3 punti. Noi faremmo un grandissimo passo in avanti e loro alzerebbero di molto le chance di salvezza, un punto gli servirebbe poco e nessuno sarebbe grave. Loro faranno la partita della vita. Non dobbiamo sottovalutarla. E' una partita importante che riserva secondo me tante insidie e bisognerà restare concentrati”.

Ha definito “gara della vita” quella Lanciano, mentre per il Pescara la prossima che partita sarà?

“Importantissima e fondamentale al fine del raggiungimento del terzo e quarto posto. Perché poi andremo a Modena e riceveremo il Latina, squadre che si devono salvare. Fare 3 punti significherebbe rimanere davanti. Una vittoria potrebbe valere matematicamente i play-off e sarebbe un passo importante. Se vogliamo puntare al terzo posto tutto passa dalla partita di domenica”.

Come sta Rolando Mandragora?

“L'ho sentito tutti i giorni. Tornerà qui per la riabilitazione perché vuole stare vicino alla squadra e ai compagni. E' stato un ragazzo importante per noi, per il cammino che abbiamo fatto e ci tiene a stare insieme alla squadra”.

C'è qualcuno altrettanto pronto da lanciare come ha fatto con Torreira l'anno scorso?

“In primavera no. Alcuni fisicamente, altri per capacità tattiche non sono ancora pronti. Forse l'unico che per struttura fisica potrebbe è Odriozola, ma è ancora molto giovane farebbe fatica a livello tattico soprattutto per il modulo con cui giochiamo noi”.

Il Pescara è considerata la squadra dove giocano i talenti migliori della Serie B, anche però il Lanciano ha diversi buoni giocatori come Rocca, Vitale e Di Francesco.

“I giovani diventano bravi ed interessanti quando fanno bene dimostrano qualcosa sul terreno verde. Questa dimostrazione di forza possono averla nell'immediato o esplodere dopo come per esempio accaduto a Caprari. Questo è stato l'anno di Di Francesco che sta facendo un grandissimo campionato. Il calcio è fatto di scommesse. Ci sono ragazzi che hanno grandi qualità che magari non dimostrano nel provino o esplodono più tardi, mi viene in mente Baresi. Questo non vuol dire che chi non lo prese è scarso, vuol dire che magari in quel momento non era così bravo. Mi ricordo che giocavo con Gilardino a Verona, aveva 17 anni, e non avrei puntato 1000 lire sul suo futuro. Poi è diventato campione del Mondo e ha vinto tantissimo. Nel giro di meno di 2 anni, quando è esploso a Parma, faceva cose incredibili che non gli ho mai visto fare a Verona. E' stato lui bravo ad esplodere. Sta succedendo ora per Di Francesco, come per tutti gli altri giovani arrivati a Lanciano nel mercato invernale”.

Vitale è uno di quelli proveniente dalla primavera e che ha avuto un ottimo impatto.

“Si allenava da 6-7 mesi con la prima squadra e questo già aiuta. Non è semplice prendere un giocatore dalla primavera e che risponda subito bene in prima squadra, come ha fatto per esempio Torreira l'anno scorso. Anche Bonazzoli si allenava con la prima squadra e questo ti aiuta”.

Un pronostico per Bari-Cagliari?

“Immagino che il Cagliari non voglia più aspettare. E' vero che manca 1 punto, ma quando passano le partite diventa difficile. Se fossi nell'allenatore del Cagliari manterrei alta la pressione”.

Il presidente Sebastiani ha detto che il futuro di Oddo è sulla panchina del Pescara.

“Il futuro non è mai certo. Si chiama futuro perché è incerto. La certezza è che ho un contratto. Il mio sogno è quello di portare questa squadra in Serie A e di allenarla in quel campionato. Ma non è detto che non possa rimanere anche in Serie B, anche se dovessero arrivare altre chiamate. Dipende anche da quella che sarà la pianificazione futura”.

Cosa si sente di dire sull'impresa di Ranieri in Inghilterra?

“Ha fatto qualcosa di incredibile, di straordinario, quasi surreale. Non è che ha vinto il campionato in Svizzera, ma in uno di quelli probabilmente più difficili al mondo, con squadre attrezzate. Questo significa che nella vita nulla è impossibile. Se si conclude un anno del genere in questo modo non è una casualità. Vuol dire che la società era capace e solida, un allentore che credeva nei propri giocatori...Anche il Crotone ha fatto questo. Ora tutti parlano di giocatori che ad inizio anno non conosceva nessuno. Come a Pescara che tutti ora parlano di Lapadula e Caprari. Fortunatamente queste sono storie belle del calcio”.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Pescara
Altre notizie
 
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, 42a giornata: la TOP 11 di TB Dopo un solo anno di Purgatorio in serie B, il Verona torna con merito nell'Olimpo del calcio italiano. Contro un Cesena che...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita...
L'altra metà di Empoli, Donnarumma risponde a Evacuo: pareggio contro il Parma Termina con un pareggio il test sostenuto ieri sera al 'Tardini' tra Empoli e Parma. Nell'antipasto di campionato, il...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 21 agosto 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 21 agosto 2017.

 
Ascoli Picchio 0
 
Avellino 0
 
Bari 0
 
Brescia 0
 
Carpi 0
 
Cesena 0
 
Cittadella 0
 
Cremonese 0
 
Empoli 0
 
Foggia 0
 
Frosinone 0
 
Novara 0
 
Palermo 0
 
Parma 0
 
Perugia 0
 
Pescara 0
 
Pro Vercelli 0
 
Salernitana 0
 
Spezia 0
 
Ternana 0
 
Venezia 0
 
Virtus Entella 0

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.