HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » frosinone » News
Cerca
Sondaggio TMW
Pisa: Lucca merita la convocazione di Mancini in nazionale?
  SI
  NO

CONFERENZA STAMPA - Alessandria, Moreno Longo: "Mi aspetto una partita tra due squadre propositive "

27.10.2021 17:30 di Francesco Cenci    per tuttofrosinone.com  
Fonte: GrigiOnline

L’Alessandria, domani alle 18, tornerà in campo per il turno infrasettimanale. Al ‘Moccagatta’ arriverà il Frosinone, un avversario completamente diverso rispetto al Crotone incontrato venerdì scorso. Ecco come Moreno Longo, tecnico dei grigi, ha presentato la gara in conferenza stampa.

“Nella preparazione della gara sono i cambiate le indicazioni, sarà uno spartito diverso perché affrontiamo una squadra con caratteristiche e schieramento differenti. Ogni partita ha una preparazione diversa dalla precedente, ma sempre con la stessa meticolosità, voglia e determinazione”.

Stiamo cercando di recuperare Prestia per questa partita – ha proseguito il tecnico a proposito della situazione degli infortunati – sta meglio rispetto all’ultima gara valuteremo nelle prossime ore come poterlo utilizzare, se dall’inizio o a gara in corso. Ba, invece, ha una distorsione alla caviglia, non si è ancora allenato  e non credo riusciremo a recuperarlo per questa gara. Fuori anche Celesia, il quale dovrebbe rientrare in gruppo nei prossimi allenamenti. Si è fermato anche Bruccini, perciò abbiamo qualche problema in mezzo. Cercheremo di trovare delle soluzioni, come abbiamo sempre fatto”.

La notizia di giornata è la squalifica di Marconi comunicata dalla Corte Federale d’Appello. “È un grande dispiacere, perdiamo un giocatore forte di questa squadra. Il rammarico è quello di avere impiegato due mesi per metterlo a posto, non aveva fatto il ritiro e non era in condizione di giocare, ed ora che iniziava a stare bene è arrivata la mazzata delle dieci giornate di squalifica. Ci troveremo a non aver avuto per più di un girone quello che doveva essere il nostro valore aggiunto. Non mi piace piangere sul latte versato consapevole del fatto che i ragazzi, anche a fronte di questa situazione, daranno qualcosa in più per non far sentire la sua assenza”.

Frosinone squadra da trasferta, con un giocatore come Ciano che Longo conosce molto bene. “È un’insidia in più cui dovremo prestare particolare attenzione. Hanno giocatori davanti con caratteristiche che permettono loro di ribaltare l’azione negli spazi in maniera molto veloce. Ciano? È un giocatore cui sono particolarmente legato, mi ha dato tantissimo sia sul campo che come persona. Conosco molto bene le sue caratteristiche, l’unica cosa che possiamo sperare è che non sia nella sua giornata migliore. Frosinone in gol con dodici giocatori diversi?  È una cosa che ci permette di capire quanto sia profonda la loro rosa. Hanno due giocatori per ruolo di grande livello, hanno ruotato in continuazione ma la loro qualità non cambia”.

Gli infortuni sono un elemento da considerare per l’Alessandria. “Sicuramente è stato complicato, non abbiamo potuto dare la continuità. Sono stati anche infortuni di tipo traumatico come il ginocchio di Prestia o Bruccini o la caviglia di Ba. Per un allenatore la situazione migliore è quella di poter scegliere, ma non possiamo farci nulla quindi cerchiamo di attingere dagli uomini che abbiamo. Milanese? Può essere un’opzione a metà campo, anche se per giocare in quel ruolo deve crescere, avere un senso maggiore della posizione e più gestione della palla capendo le situazioni. Abbiamo a disposizione anche alternative che sono più naturali in quel ruolo”.

“Mi aspetto una partita tra due squadre propositive – ha aggiunto Longo – ho sempre detto che la nostra salvezza deve passare attraverso il coraggio di condurre il più possibile le partite. Credo sia la stessa filosofia delle Frosinone”.

Con l’assenza forzata di Marconi Arrighini potrebbe trovare maggiore spazio. “È un nostro attaccante e potrebbe avere più spazio. Potrebbe perchè mi piacerebbe, come dico sempre ai ragazzi, che la formazione la facessero loro con le loro prestazioni obbligandomi a fare delle scelte in base a quello che fanno. Se Arrighini è subentrato con il Crotone è perchè meritava di farlo per come si stava allenando. Nessuno della nostra squadra si deve sentire un titolare o una riserva. Nell’arco di un campionato ci sono dei momenti ed i giocatori devono pensare a dare il massimo per questa maglia, che siano chiamati in causa per cinque minuti, per mezzora o per l’intera partita. Oppure mettendosi a disposizione pur non giocando”.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Frosinone

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy