Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

Il Gazzettino - Cittadella, riparti col piede giusto

Il Gazzettino - Cittadella, riparti col piede giustoTuttoB.com
Gorini
sabato 13 gennaio 2024, 11:15Cittadella
di Marco Lombardi

"Cittadella, riparti col piede giusto", titola Il Gazzettino. 

Scatta oggi la seconda parte del campionato del Cittadella. I granata ripartiranno dall’ottimo quarto posto, a sole due lunghezze dalla seconda posizione, che garantisce la promozione diretta in Serie A. L’alta classifica, però, non mette le vertigini alla truppa di Gorini, tutt’altro: i giocatori e il tecnico sono pronti a caricarsi sulle spalle nuove e piacevoli responsabilità.

«Se ripenso a un anno fa, quando eravamo costretti a vincere per tirarci fuori dai bassifondi, sono contento di prendermi questi oneri – sottolinea il tecnico – È bello stare in alto, ma bisogna essere consapevoli che nel girone di ritorno inizia un altro campionato, più difficile: le squadre si rinforzano, le avversarie ti conoscono. Affronteremo una partita per volta, iniziando dal Palermo, che sappiamo essere una delle favorite per la promozione. Ce la giocheremo a viso aperto, da Cittadella, come facciamo sempre».

Il Palermo di Corini è una squadra che segna tanto, ma concede qualcosa in fase difensiva. Ed è qui che l’undici granata dovrà essere bravo a colpire, anche nell’uno contro uno. «Avranno qualche defezione, Marconi è squalificato, Lucioni non è in perfette condizioni e sappiamo quando importante sia un difensore come lui, di grande esperienza. Nelle ultime partite il Palermo ha subìto tanti gol ma sono certo che in questi giorni ha lavorato al meglio per migliorare in questo senso e mi aspetto perciò un avversario che farà di tutto per vincere e scavalcarci in classifica. È abile nelle ripartenze, dovremo essere attenti e concentrati, questo aspetto sarà determinante. E non solo perché affronteremo il Palermo ma anche perché sarà la prima partita dopo la sosta».