Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B baribresciacarraresecatanzarocesenacittadellacosenzacremonesefrosinonejuve stabiamantovamodenapalermopisareggianasalernitanasampdoriasassuolospeziasudtirol

RdC - Catanzaro fuori dai playoff: la Spal 'pressa' Magalini

RdC - Catanzaro fuori dai playoff: la Spal 'pressa' MagaliniTuttoB.com
Magalini
© foto di Federico De Luca
lunedì 27 maggio 2024, 10:47Catanzaro
di Marco Lombardi

"Catanzaro fuori dai playoff. La Spal ’pressa’ Magalini", titola il Resto del Carlino

Il dirigente potrebbe lasciare la Calabria ma ha diverse proposte da vagliare. Il club biancazzurro punta forte su di lui, ma tiene pronto anche un ’piano B’.

L’eliminazione del Catanzaro nella semifinale dei playoff di serie B accende inevitabilmente i riflettori su Giuseppe Magalini (foto). Il direttore sportivo dei calabresi è l’obiettivo principale della Spal, il professionista di personalità ed esperienza a cui il direttore generale Corrado Di Taranto sogna di affidare l’area tecnica biancazzurra che presto resterà senza padrone. Il contratto di Filippo Fusco infatti scadrà tra un mese, ma non c’è alcuna possibilità di rinnovo. Aspettando Magalini, la Spal si è assunta un rischio. Il club biancazzurro sapeva che il Catanzaro aveva ottime possibilità di passare almeno il primo turno dei playoff, e così è stato. E sapeva pure che il direttore sportivo originario di Villafranca di Verona non si sarebbe pronunciato sul proprio futuro prima dell’eliminazione dei giallorossi, che dopo aver pareggiato in casa contro la Cremonese nella gara di ritorno hanno incassato un pesante poker che ha messo la parola fine alle loro ambizioni di serie A. A 24 ore dalla partita dello stadio Zini, Magalini non ha ancora sciolto le riserve. Ma lo farà nei prossimi giorni, quando la Spal si giocherà il tutto per tutto. La società di via Copparo è consapevole di dover battere la concorrenza di alcuni club di serie B – si parla del Pisa e dello Spezia –, a meno che alla fine il dirigente non decida a sorpresa di restare in Calabria [...].