Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia
tb / bari / In Primo Piano
Bari, inizi da incubo. Ultime otto gare: contro il Pisa la quarta rete subita nei primi 5’
domenica 21 aprile 2024, 09:00In Primo Piano
di Sabino Del Latte
per Tuttobari.com

Bari, inizi da incubo. Ultime otto gare: contro il Pisa la quarta rete subita nei primi 5’

Lo ha detto anche mister Giampaolo in mixed zone: il Bari ad inizio gara, e forse per più di mezz’ora, non era riuscita a prendere le contromisure ai toscani. Il primo tempo ha quindi generato come naturale effetto una squadra piatta e incapace di rendersi pericolosa se non con il tiro di poco fuori di Puscas. Ma l’approccio sbagliato alla gara è, con il passare del tempo, diventata una consuetudine per i baresi.

Dal 27 febbraio ad oggi, vale a dire da Catanzaro-Bari 2-0, i galletti nei successivi otto incontri hanno subito ben quattro reti “a freddo” figli di un inizio gara non dei migliori che testimoniano la fragilità della squadra. Proprio al “Ceravolo” infatti, i calabri passarono in vantaggio già al 4’ con la punizione di Vandeputte, copione poi rivisto a Venezia con Gtykjaer subito a segno al 3’ nel match poi perso 3-1. Al “San Nicola” contro la Cremonese, non va di certo meglio, anzi peggio perché dopo neanche un giro di lancette l’autorete di Maiello costrinse i biancorossi a rincorrere gli avversari, quest'ultimi capaci poi di imporsi per 1-2.. Infine, il centro di Calabresi di ieri che portava in vantaggio dopo appena tre minuti i pisani. Come si evince dalla cronistoria, ogni qualvolta i biancorossi sono passati in svantaggio nei primi minuti, non è mai maturata la vittoria.

Ebbene, se ci si intende salvare, sicuramente appare necessario non complicarsi la vita come fatto ultimamente. A mister Giampaolo il compito di far ritrovare concentrazione e testa al gruppo: partire con quest'handicap, del resto, condiziona poi l’intero svolgimento della gara.