HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Virtus Entella

Entella, il pres. Gozzi: "Ripartenza? Prima con gli allenamenti individuali"

18.05.2020 23:00 di Christian Pravatà  Twitter:   
Fonte: Tuttoentella
© foto di Federico Gaetano

Il presidente biancoceleste Antonio Gozzi è intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva per parlare del momento del calcio italiano:

"La situazione è in realtà di incertezza. La decisione unanime dell'assemblea della Lega di B di venerdì di chiedere almeno dieci giorni dal 18 per adeguarsi eventualmente ad un protocollo che oggi non esiste ancora. La discussione, come si vede, sul protocollo, che dovrebbe sovrintendere la ripartenza della Serie A, è ancora del tutto aperta. Oscilliamo tra giornate in cui ci sembra più probabile la ripartenza ad altre in cui la ripartenza ci sembra ancora lontana. Conte sabato sera è stato prudente. Nel senso che, per la Serie A, di condizioni che ancora non ci sono. E' l'attesa la cifra di questo momento. Un'attesa che è difficile perchè comunque i ragazzi bisogna che ricomincino ad allenarsi. Se poi si partirà, se dovesse mantenersi questa distanza di circa una decina di giorni fra la A e la B, la B potrebbe ripartire verso la seconda metà - 20-23 - di giugno. I ragazzi, che sono fermi da tanto tempo, hanno bisogno di allenarsi assolutamente. Partiremo con gli allenamenti individuali, naturalmente ci piacerebbe partire con gli allenamenti sapendo di che morte dobbiamo morire. Noi, per quanto riguarda l'Entella, da martedì o mercoledì saranno i giorni degli esami, sia i giocatori che allo staff, e da mercoledì ripartiranno gli allenamenti individuali".

L'Entella è pronta?

"Abbiamo fatto le sanificazioni di tutti i nostri locali. Avevamo per la verità già all'inizio del lockdown fatto un po' di allenamenti individuali quando era un po' consentita l'attività motoria individuale. Noi avevamo messo a disposizione il nostro e invece che far correre i ragazzi sui marciapiedi, in orari differenziati, uno alla volta per dieci giorni li abbiamo fatti allenare così. Poi ci siamo fermati naturalmente quando venne decreto che tutti i centri sportivi dovevano essere chiusi. Ripartiremo così e attenderemo il da farsi".

Costi per applicare il protocollo?

"C'è una convergenza di valutazione da parte di tutti i presidenti di B che valutano dai 400 ai 500mila euro il costo relativo fondamentalmente al confinamento e al ritiro, e questo significa avere alberghi disposti ad ospitare solo la squadra e lo staff. Quindi si tratta di affittare non delle camere ma un albergo per intero, ai tamponi, che - fatti con la frequenza richiesta dalla bozza di protocollo di A - sono numerosi e quindi c'è un problema di reperimento e un problema di costo, e poi i voli charter perchè il protocollo prevede che il gruppo squadra sia sempre isolato dal resto del mondo e quando ci sono trasferte lunghe, per esempio noi dobbiamo andare a Castellamare di Stabia o Cosenza, bisogna prendere voli charter. Naturalmente questi in condizione di Covid sono ancora più cari del solito. La valutazione complessiva che abbiamo fatto è di 400-500mila euro a società che vanno a gravare sul deficit già significativo delle società di B. L'anno scorso non è un mistero che la B si è chiusa con un deficit complessivo superiore ai 90 milioni di euro. Con la vicenda del Covid si sono persi incassi e sponsor, c'è rischio di deficit ancora più grosso".

Nel caso la B non dovesse ripartire quale dovrebbe essere la soluzione più giusta?

"Questo è un argomento super delicato. Credo che sarà la Lega di B e i presidenti che dovranno affrontare questo problema se ma si dovesse porre. Io credo che la bussola che deve condurre tutti noi è quella del merito sportivo e quella del minor cambiamento possibile delle regole del gioco. Nel senso che se si cambiano le regole del gioco poi ognuno può sentirsi favorito o sfavorito da questo cambiamento. Invece le regole ci sono, i format della B prevede playout e playoff e credo che non dovremmo distanziarci da quelle regole lì. Introdurne di nuove non sarebbe giusto. Il merito sportivo è naturalmente la classifica di oggi ma bisogna altresì tenere conto che mancano dieci partite dal termine e quella classifica poteva ancora modificarsi. Questa è la ragione per cui non si affronta a cuor leggero l'ipotesi di un campionato che finisce qui. Un conto è un campionato che viene cristallizzato a tre-quattro giornate dal termine, dove probabilmente gli esiti sono gran parte definiti. Ma un campionato a dieci giornate dal termine, per l'Ascoli undici, è un campionato abbastanza distante dal definire i suoi verdetti, a parte la vicenda del Benevento che è fuori discussione, in A dal punto di vista morale per quanto fatto vedere".

 


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Virtus Entella
 

Primo piano

Pescara, Sebastiani: "Pareggio molto importante. Classifica? Prevedibile che il Benevento 'regalasse' punti..." Il Pescara esce indenne da Venezia e il presidente Sebastiani, ai microfoni di rete8.it, esprime soddisfazione: “Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio rispetto al primo... Questo punto è molto importante. La classifica? Purtroppo si poteva aspettare che il Benevento...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, 32a giornata: la TOP 11 di TB La TOP 11 della 32a giornata di Serie B scelta dalla redazione di TuttoB.com: (3-4-1-2) PORTIERE Leali (Ascoli) DIFENSORI Salvi...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Entella, Schenetti: "Playoff? Prima raggiungiamo la salvezza... Dobbiamo cambiare marcia nelle gare in trasferta" In esclusiva ai microfoni di Tuttob.com, Andrea Schenetti, centrocampista della Virtus Entella, ha commentato questo particolare momento...
L'altra metà di Pedullà: "Cosmi e il Perugia: storia di un fallimento" Ancora un flop per il Perugia, che esce sconfitto da Cosenza e precipita in zona playout. Così Alfredo Pedullà: "Il...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 14 luglio 2020

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 14 luglio 2020.

 
Benevento 77
 
Crotone 61
 
Spezia 56
 
Pordenone 55
 
Cittadella 52
 
Frosinone 52
 
Salernitana 50
 
Empoli 48
 
Chievo Verona 47
 
Pisa 47
 
Virtus Entella 44
 
Cremonese 43
 
Ascoli 42
 
Venezia 41
 
Perugia 41
 
Pescara 41
 
Juve Stabia 38
 
Trapani 35*
 
Cosenza 34
 
Livorno 21
Penalizzazioni
 
Trapani -2

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy