HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
LOTTA PER IL SECONDO POSTO: CHI LA SPUNTERA'?
  VENEZIA
  CREMONESE
  PALERMO
  COMO

VIDEO

Pescara, la furia di Cosmi: "Ho dato rispetto, ma non ne ho ricevuto altrettanto. Se il futuro è già iniziato nessun problema. Sapevo che era una città di orfanelli" (video)

29.04.2014 20:08 di Luca Cilli  
Fonte: Emittente regionale abruzzese Tvsei
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Pescara, la furia di Cosmi: "Ho dato rispetto, ma non ne ho ricevuto altrettanto. Se il futuro è già iniziato nessun problema. Sapevo che era una città di orfanelli" (video)

“Ho dato rispetto a tutti nel momento in cui sono venuto a Pescara. Ma non ne ho ricevuto altrettanto”. È un Serse Cosmi particolarmente inquietato quello che si è presentato ai giornalisti nella conferenza stampa che precede la delicata trasferta di Carpi. Nel mirino del tecnico perugino, che ha scelto di anticipare il confronto con i media proprio per concentrarsi sul prossimo, ostico, turno di campionato, sono finiti i cronisti locali che, a suo giudizio, discutono sul futuro del club biancazzurro e non sulla storia di questo torneo in cui il suo Pescara nelle ultime 6 partite tenterà di tagliare il difficilissimo traguardo dei play-off. Cosmi nelle dichiarazioni rilasciate al microfono dell’emittente regionale abruzzese Tvsei tocca diversi punti. Difendendo anche il suo operato e giudicando buono il percorso fin qui avuto con il club pescarese. “Avete visto come mi sono presentato a Pescara, con grande entusiasmo ed assoluta umiltà - dice sicuro Cosmi - Ho dato rispetto alla società, alla città ed ai tifosi che oggi non rinnego. Se dovessi tornare indietro rifarei la scelta di venire a Pescara, ho capito quello che è la realtà della piazza. Io ho dato tanto rispetto a tutto ma purtroppo devo dire che non ho ricevuto altrettanto rispetto. Che non significa essere criticati per ciò che si esprime a livello lavorativo, perché quello che ci sta. Chi fa l’allenatore e non vuole essere criticato ha sbagliato mestiere. Ho vissuto tante piazze e battaglie, anche più difficili di questa che sto affrontando. Ed ho accettato i giudizi sulla base dei risultati, condivisibili o no. Adesso però non mi sta bene e devo difendere la mia immagine, la mia personalità, la mia professionalità ed il mio entusiasmo che c’è ancora. Devo difendere anche l’immagine del mio staff, che non è venuta a Pescara da mercenari non vedendo l’aspetto economico ma perché credeva e crede di poter fare un buon lavoro. Se io devo vivere queste ultime 6 partite in questo contesto mi chiudo con i miei giocatori e basta. È inutile parlare con la stampa in conferenza stampa se per tutta la settimana si parla di altre cose. Se per la gente e per la stampa il futuro del Pescara è già iniziato non c’è problema, ma non parlate con me. Parlate con il futuro. Che fosse una città piena di orfanelli l’avevo capito. Non venite a parlare con me del futuro, io ho una dignità e non ho paura di nessuno. La stessa rabbia e lo stesso tipo di lavoro che ho proposto in altre piazze gli ho messi anche qui. Ed i risultati non è vero che non ci sono stati, ne parleremo a fine stagione. Ci sono 6 partite, pensiamo alla gara di Carpi. Devo difendermi, perché sennò la gente che sta a casa pensa che qui ci sia una nullità. Io stavo a casa, non sono venuto casualmente a Pescara. Poi non mi piacciono alcune situazione. Contro il Novara ad esempio abbiamo giocato in un clima surreale. Quale giornalista ha scritto ciò? Faccio nomi e cognomi, solo uno: Pierpaolo Marchetti de il quotidiano Il Messaggero. Perché non lo avete scritto? Ho letto di squadra che è uscita tra i fischi. Ma la verità bisogna raccontarla. Non mi è sembrata quella la situazione, perché la squadra è entrata tra gli insulti, giocando fra gli applausi degli avversari. E Pelizzoli addirittura ha preso 6. Non ha fatto una parata, se mettevo al suo posto il mio cappellino era la stessa cosa. Non si è mai tuffato. La partita finiva ugualmente 0 a 0”. 


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Web TV
 

Primo piano

ESCLUSIVA TB - Schira: "Svolta professionale per un gioiellino del Bari" Svolta professionale per l'attaccante classe 2005 Hemsley Akpa-Chuckwu. Il gioiellino del Bari entra nella scuderia dell'agenzia Eleven Elite, che lo seguirà insieme al suo procuratore storico Domenico Daniele. 
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di La Top11 della 25esima Giornata Portiere: Joronen (Venezia)   Difesa: Delprato (Parma) Sgarbi (Ternana) Adorni (Brescia) Frabotta (Cosenza)   Centrocampo: Darboe...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Calori: "Parma, è quasi fatta. Cremo-Palermo da tripla. Pisa, davanti manca qualcosa. La Samp dovrà adattarsi. Su Romero..." Il Parma che 'vede' la A, la lotta per il secondo posto, il Citta in crisi, lo Spezia in ripresa e un gioiellino che avrebbe...
L'altra metà di Serie B, le decisioni del giudice sportivo: fermati 15 giocatori e un allenatore Il giudice sportivo, al termine della 26a giornata di Serie B, ha squalificato 15 giocatori tutti per un turno: fermati Elia e Gelashvili...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 Febbraio 2024

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 26 febbraio 2024.

Parma 55
Venezia 48
Cremonese 47
Palermo 46
Como 46
Catanzaro 42
Cittadella 36
Modena 35
Brescia 34
Bari 33
Cosenza 32
Südtirol 31
Reggiana 31
Sampdoria 31*
Pisa 30
Ternana 26
Ascoli 26
Spezia 26
Feralpisalò 21
Lecco 21
Penalizzazioni
Sampdoria -2

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy Consenso Cookie