HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » venezia » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Conferenza, Dionisi: " Occhio all'euforia. Zigo complementare con Longo"

02.07.2020 16:09 di Davide Marchiol    per tuttoveneziasport.it  

Mister Alessio Dionisi ha parlato nella conferenza stampa prepartita. Dopo sette punti in tre giornate si respira un'aria diversa: “Sì però abbiamo fatto anche periodi con un punto in tre partite. Abbiamo ripreso bene ma non dimentichiamoci che nell’ambiente, non nei giocatori, c’era scoramento dopo Pordenone, adesso vediamo qualche squadra dall’alto, siamo in una posizione migliore ma non è una classifica definitiva. Non mi piace sentire sentenze alla trentiduesima, andiamo avanti più equilibrati possibile, affrontiamo un Empoli che è molto forte. Ci sono diverse squadre con un grande organico, ma l’Empoli era tra le favorite all’inizio, ha un allenatore, una società e delle individualità importanti. Ha fatto più A che B e quando ha fatto la B l’ha vinta. Nessuna delle due squadre è quella dell’andata”

È una partita però che potrebbe valere anche l'aggancio mister: “Giustamente voi dovete fare qualche titolo e fare qualche domanda piccante, ma dobbiamo raggiungere la famosa quota salvezza, che non sono neanche sicuro sia quella di inizio anno, non pensare a scalare la classifica. Questa partita è un’altra possibilità per avvicinare quella quota. L’Empoli sta facendo meno durante la ripresa, viene qua per fare bottino pieno. Noi dobbiamo cercare di sfruttare la situazione, ho fiducia nei ragazzi, dovremo essere bravi negli episodi. Anche nelle ultime partite abbiamo sofferto, ma questa è ancora più difficile”

Come stanno Aramu e Firenze? “Aramu ancora non si è allenato con la squadra, si sta allenando da solo, potrebbe esserci ma non è al meglio. Firenze invece è rientrato, ha fatto un allenamento con la squadra”

Fa discutere quanto fatto dal Livorno: “Non ce l’ho col Livorno, altre società avrebbero preso le stesse decisioni, posso capire, ma bisognava pensarci prima a questo, perché altre società hanno tagliato giocatori. Non è giusto per il campionato e per i giocatori, per ripartire si sono lasciati da parte dettagli pesanti per il campionato. Non lo condivido e mi dispiace. Non voglio alimentare polemiche, ma non si dà regolarità al campionato così. Sicuramente è un campionato diverso, ma dev’essere comunque equo per tutti e così non lo è”

Quelli che hanno giocato come stanno? “A parte Lollo e Casale che sono usciti con dei piccoli fastidi stanno tutti bene. Lollo si è allenato a parte, ha preso più botte sul taglio che si è procurato in partita, ci sarà ma non è al meglio”

Ora che rientra Molinaro e non c'è Modolo Ceccaroni può tornare al centro? “Abbiamo tanti difensori, anche perché durante la stagione ci sono stati infortunii importanti. Cambiare la linea è la cosa che mi piace meno, anche perché non c’è modo di allenarsi, si possono fare quasi solo defaticanti. Un reparto deve avere affinità, conoscenze fra di loro. Cerco di valorizzare tutti, ma cercherò di cambiare il meno possibile. La linea difensiva è quella che forse spende di più, a livello fisico spendono forse un pochino meno i centrali quindi la speranza è di dargli continuità. Chiaramente però voglio anche cercare di dare spazio a chi ha giocato meno. Modolo come avete visto è tornato bene e l’ultima partita partita l’aveva fatta a febbraio, sono convinto che anche gli altri possono tornare in campo così bene”

Senesi e Suciu sempre out? “Sì Senesi e Suciu sono sempre fuori, Yuri ha una piccola lesioncina, starà fuori una decina di giorni. Suciu ha un affaticamento. Monachello e Cremonesi invece sono al 100%”

La novità più grande è stata la coppia d'attacco di peso formata da Zigoni e Longo, la rivedremo? “La coppia di peso l’avevamo già provata in allenamento. Zigoni l’occasione se l’è guadagnata in allenamento, non aveva nulla da dimostrarmi. È l’attaccante più attaccante che abbiamo, è quello che dà più riferimenti, si agli avversari che alla squadra. Un po’ per turnazione avevo bisogno di cambiare davanti, un po’ perché Gianmarco se lo meritava e un po’ perché trovo che sia compatibile con Longo, per questo li ho messi in coppia. Hanno caratteristiche similari ma diversi, si possono completare ed è quello che cerco di fare quando metto vicino i giocatori”.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Venezia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy