Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

QS - Reggiana, in prova il mediano svizzero Bega

QS - Reggiana, in prova il mediano svizzero BegaTuttoB.com
Il ds Goretti
© foto di claudia.marrone
giovedì 15 febbraio 2024, 09:01Reggiana
di Marco Lombardi

"In prova il mediano svizzero Bega. Un déjà vu dopo la favola di Girma?", titola il Quotidiano Sportivo. 

Ha 20 anni ed è di origini kosovare. Nei ’grandi’ ha giocato solo 17 minuti nel Wil, Serie B elvetica.

Sembra un déjà vu perché anche a inizio 2023 ai campi di allenamento c’era un centrocampista svizzero giovane (e molto alto) in prova: un anno fa si trattava di Natan Girma, mentre ora parliamo di Leorat Bega.

Da lunedì è infatti in prova con la Reggiana e si allena ai campi di via Agosti. Bega è un mediano alto 193 centimetri e molto forte fisicamente: ha anche una tecnica sufficiente per destreggiarsi bene nella zona centrale del campo in impostazione.

In determinate situazioni, vista la struttura fisica, può anche essere impiegato come difensore centrale. Ha 20 anni, essendo nato il 18 luglio del 2003 a Ginevra, in Svizzera. È di origini kosovare e risulta svincolato dal settembre del 2022.

È tutto da scoprire, visto che tra i "grandi" ha nel curriculum soltanto 17 minuti giocati con la maglia del Wil (Serie B svizzera) nella stagione 2021-22.

Prima per lui ecco le esperienze nei settori giovanili di Friburgo, in Germania, e Servette, in Svizzera. Conta anche cinque gettoni con la selezione Under 19 della nazionale della Svizzera (anche un gol).

Riallacciandoci all’apertura, è facile e immediato alludere ad una parabola simile a quella di Girma, che iniziò proprio così la sua avventura a Reggio prima di diventare un punto fermo del reparto offensivo. Senza fare inutili (e probabilmente improbabili) paragoni, in ogni caso c’è curiosità per il ragazzo, che in queste settimane potrà misurarsi nelle sedute di allenamento con compagni d’alto livello, e lo staff granata avrà modo di vederlo ogni giorno da vicino [...].