HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
Crisi Sampdoria: Pirlo merita ancora fiducia?
  Sì
  No

Le interviste di TB

ESCLUSIVA TB - Sudtirol, Tait: "Promozione che parte da lontano, coronato un sogno. A Trieste si è chiuso un cerchio. Playoff di C? Ecco le mie favorite..."

28.04.2022 10:00 di Marco Lombardi  
Tait
Tait

Ai microfoni di TuttoB.com è intervenuto Fabian Tait, centrocampista nonchè capitano del Sudtirol neopromosso in Serie B. 

Avete realizzato l'importanza dell'impresa compiuta?

"Sinceramente, ancora no. E penso di poter parlare a nome di tutta la squadra. Servirà un altro po' di tempo, è stata un'emozione incredibile".

Per un bolzanino come te la soddisfazione sarà ancora maggiore...

"Assolutamente sì. Sono qui da 7 anni e da tanto tempo inseguivamo la Serie B; l'anno scorso l'abbiamo sfiorata, questa volta siamo riusciti a conquistarla. Essere promossi con questa squadra è un valore aggiunto e, al contempo, un sogno: la cosa più bella che poteva capitare".

La miglior difesa d'Europa (appena 9 i gol al passivo in 38 giornate), ma non solo: sarebbe riduttivo condensare il vostro successo nella impermeabilità del reparto arretrato...

"I 90 punti totalizzati e i soli 9 gol subiti sono il frutto di un lavoro di squadra. Gli attaccanti sono i primi difensori: se non pressano bene e non rientrano per dare una mano, tutta la squadra ne risente. Dunque, questi numeri da record sono merito di tutti; abbiamo fatto un campionato incredibile".

Quanto c'è di Javorcic in questa promozione?

"Tanto. Il mister ci ha dato moltissimo. Fin da subito ha saputo trasmetterci la sua idea di calcio e una mentalità vincente; lui è uno che non si accontenta mai e vuole viaggiare ai mille all'ora. I risultati si sono visti: non abbiamo mai sbagliato l'approccio a una partita nè giocato sottotono".

Una promozione che parte da lontano e premia gli sforzi della società.

"Esattamente. Il Sudtirol ha fatto le cose per bene, programmando la scalata alla Serie B. Parliamo di una società con pochi eguali in Serie C: seria, solida, che ha saputo dotarsi di un centro sportivo di primissimo livello e di uno stadio nuovo. Meritava questo premio. Io poi ho visto partire lo sviluppo del club, che ha sempre fatto gli step giusti, senza mai compiere il passo più lungo della gamba nè optare per continue rivoluzioni".    

Hai dichiarato che la sconfitta con la Feralpisalò ha rappresentato il momento più difficile della stagione. Confermi?

"Sì, perchè fino a quel momento non avevamo accusato cali, eravamo stati una macchina da guerra praticamente perfetta, ma sapevamo che arrivare in fondo non era facile. Il passo falso di Salò ha consentito al Padova di accorciare le distanze; poi noi abbiamo frenato ancora, mentre loro continuavano a vincere. E' stato allora che ci siamo guardati negli occhi e abbiamo trovato la forza di tirarci su, chiudendo il campionato alla grande".

Quel miracolo di Poluzzi nelle battute finali dello scontro diretto con il Padova, forse, è stato un segno del destino...

"Ce ne sono stati tanti... Jack ha sfoderato una parata decisiva, ma anche giocare l'ultima partita a Trieste non è stato casuale: il destino ha voluto che conquistassimo la Serie B proprio in quello stadio in cui l'anno scorso perdemmo un match-point promozione, rimediando una batosta. E' stato come chiudere un cerchio".

La prossima stagione segnerà l'esordio tuo e del Sudtirol tra i cadetti.

"Sono pronto per questo grande passo. Era da tanto che aspiravo al salto in Serie B e ora, a 29 anni, fremo dalla voglia di raccogliere una sfida tutta nuova e stimolante".     

Sabato, intanto, affronterete il Bari al 'San Nicola' nel primo atto della Supercoppa.

"Il campionato era il nostro primo, vero, obiettivo. Detto ciò, la Supercoppa è pur sempre un trofeo prestigioso, per cui proveremo ad aggiudicarcelo".

 Chi vince i playoff di C?

"E' un terno al lotto... Le mie favorite sono il Padova, perchè è una grande squadra e la conosco bene, e la Reggiana, perchè l'ho vista giocare e mi ha impressionato; ma occhio anche al Palermo".      

 

 

 

 


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Le interviste di TB
 

Primo piano

Ascoli, Castori: "La squadra sta bene, ho più soluzioni" Alla vigilia della sfida con la Feralpisalò Mister Castori ha parlato così alla WEB TV bianconera: “Mancano ancora 13 partite, chiaramente quello di domani è uno scontro diretto e i punti valgono doppio, ma domani non finisce il campionato, chiaramente...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di La Top11 della 25esima Giornata Portiere: Joronen (Venezia)   Difesa: Delprato (Parma) Sgarbi (Ternana) Adorni (Brescia) Frabotta (Cosenza)   Centrocampo: Darboe...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Tosi: "Parma, non è fuga ma sei la più forte. Occhio al Palermo. Modena, per ambire alla A serve qualcosa di più. Reggiana, playoff alla portata" Il campionato cadetto sotto la lente d'ingrandimento di Doriano Tosi, già ds tra le altre di Modena, Parma e Reggiana,...
L'altra metà di CdV - Pisa-Venezia, il doppio ex Ventura: "Nerazzurri altalenanti in casa, gli arancioneroverdi possono fare il colpo. Pohjanpalo dominante, merita la A" Giampiero Ventura, da doppio ex alla guida delle due squadre: Pisa-Venezia, domani all’Arena Garibaldi, può essere un...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 23 Febbraio 2024

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi venerdì 23 febbraio 2024.

Parma 54
Cremonese 46
Palermo 45
Venezia 45
Como 45
Catanzaro 39
Cittadella 36
Modena 34
Brescia 33
Bari 33
Cosenza 32
Pisa 30
Reggiana 30
Südtirol 28
Sampdoria 28*
Ternana 25
Spezia 25
Ascoli 23
Feralpisalò 21
Lecco 20
Penalizzazioni
Sampdoria -2

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy Consenso Cookie