HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Magazine
SONDAGGIO
BRESCIA IN SERIE A, HA VINTO LA SQUADRA PIU' FORTE?
  SI
  NO

LE INTERVISTE DI TB

ESCLUSIVA TB - Foschi (dt Palermo): "Serie B sempre più difficile. L'esonero di Tedino parte da lontano, contenti di Stellone. Mancare la A sarebbe un fallimento"

18.10.2018 16:00 di Marco Lombardi   articolo letto 3445 volte
Foschi
© foto di Andrea Ninni/Image Sport

In esclusiva per TuttoB.com, Rino Foschi, direttore dell’area tecnica del Palermo, ha tracciato una panoramica del campionato cadetto, soffermandosi sul momento vissuto dai rosanero, e toccato i temi caldi all’ordine del giorno. 

È una Serie B ‘senza padroni’?

“No no, i ‘padroni’ ci sono eccome! Palermo a parte, Verona, Benevento, Pescara, Perugia… sono tutte compagini costruite per lottare al vertice della classifica. Detto questo, la B è sempre un’incognita: un campionato durissimo e difficilissimo. A maggior ragione quest’anno con 19 squadre. Non è più la cadetteria degli anni passati… Addirittura ora si ventila l’ipotesi di dividere in due il campionato…”.

Erano preventivabili le difficoltà che stanno incontrando le 3 retrocesse dalla A?

“Le difficoltà ci sono tutti gli anni. Se lei si ricorda la semifinale di ritorno dei playoff 2014/15 fra Bologna e Avellino, solo la traversa, sul 2-3 per gli irpini al ‘Dall’Ara’, tenne in vita i rossoblù consentendo loro di accedere alla finale. Che poi valse l’immediata risalita in Serie A. Questo per ribadire quanto sia difficile la Serie B”.

Tra gli addetti ai lavori è pressochè plebiscitaria l’opinione che si tratti di una B di alto livello, poche le voci fuori dal coro…

“È la Serie B. La solita Serie B. Con poche squadre che sviluppano un calcio di qualità e tante che, viceversa, improntano il gioco sull’aggressività e la forza fisica. Un campionato di livello medio-alto, diametralmente diverso dai corrispondenti tornei degli altri paesi”.

In classifica il Palermo è quinto a -4 dal Pescara capolista, ma con una gara in meno rispetto agli adriatici: un ruolino di marcia in linea con gli obiettivi o vi manca qualche punto?

“In questo momento non guardo la classifica, contano solo le prestazioni fornite dalla squadra, la crescita e la continuità”.

Col senno del poi, la scelta, compiuta in estate, di richiamare Tedino si è rivelata un autogol… Dopo la sconfitta di Brescia, Zamparini ha usato la clava, definendo quella ‘la peggior prestazione degli ultimi 5 anni’…

“In estate Zamparini voleva fare un mercato per la salvezza. La decisione di richiamare Tedino si sposava con la linea che il patron aveva in mente.  Questo prima del mio arrivo. L’anno scorso Tedino aveva fatto bene, però Zamparini si aspettava di più. Diciamo che la scelta di richiamare l’ex tecnico del Pordenone è stata frutto dell’indecisione che regnava quest’estate… L’esonero poteva essere nell’ordine delle cose. È un cambio che parte da lontano. Ciò detto, resta immutata la stima nei confronti di Bruno Tedino, tecnico serio e preparato”.

Con Stellone è arrivata subito una vittoria. Tra la squadra e il tecnico capitolino sembra esserci grande feeling…

“Stellone ha il vantaggio di conoscere la squadra, sa tutto, e c’è grande sintonia con i ragazzi. Lui crede ciecamente in questo gruppo. Siamo contenti”.

Dopo l’amaro epilogo dei playoff della passata stagione, quest’anno il Palermo non può fallire la promozione in Serie A…

“Palermo ha il dovere di disputare un campionato di vertice. Con la squadra che abbiamo allestito, mancare la Serie A sarebbe un fallimento". 

Cambiamo argomento. Il format a 19 squadre è una tappa obbligata nel percorso di riforme finalizzate a garantire la sostenibilità del campionato?

“Dobbiamo accettarlo. A mio parere, il campionato non è regolare. Avrei preferito un format a 20 ma ci sono regole da rispettare, di conseguenza ci adattiamo”.

Quello di Gabriele Gravina è il profilo giusto per ridare credibilità al calcio italiano?

“Onestamente non lo so… Non mi convince affatto una corsa solitaria alla presidenza della Figc. È un brutto segnale, che sottende pressioni. Non mi piace. Come in politica, serve sempre un’alternativa. Abbiamo una Federazione commissariata e il sistema ha toccato il fondo su tutti i fronti e ad ogni livello. Io sono nel calcio da 44 anni e l’esperienza mi dice che ancora non ci siamo…”.  

 

RIPRODUZIONE, ANCHE PARZIALE, CONSENTITA SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE TUTTOB.COM


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Lanciano
 

Primo piano

Cittadella, Venturato: "Espulsione esagerata. Non dobbiamo mollare" Al termine della gara persa in casa dal Cittadella contro il Benevento ha parlato il trainer veneto Roberto Venturato: "Dispiace per la sconfitta, a mio avviso l'espulsione di Proia è stata troppo esagerata. Anche in dieci contro undici abbiamo giocato bene, poi c'è...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, 38a giornata: la TOP 11 di TB La TOP 11 della 38a, e ultima, giornata del campionato cadetto scelta dalla redazione di TuttoB.com: (4-3-3) PORTIERE Gori...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Togni: "Pescara, ai playoff puoi farcela. Zeman un maestro, Stroppa rispettoso, Bucchi carismatico. Che emozione il primo gol in A" Interpellato in esclusiva da TuttoB.com, Romulo Togni, ex centrocampista del Pescara nonchè attuale tecnico del Mezzolara, ha...
L'altra metà di Pordenone, Berrettoni si ritira: "E' arrivato il momento di nuove sfide" «Dopo 20 anni di carriera fra C, B e A – ha comunicato Berrettoni – è arrivato il momento di nuove sfide....
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 22 maggio 2019

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi mercoledì 22 maggio 2019.

 
Brescia 67
 
Lecce 66
 
Benevento 60
 
Pescara 55
 
Hellas Verona 52
 
Spezia 51
 
Cittadella 51
 
Perugia 50
 
Cremonese 49
 
Cosenza 46
 
Crotone 43
 
Ascoli 43
 
Livorno 39
 
Venezia 38
 
Salernitana 38
 
Foggia 37*
 
Padova 31
 
Carpi 29
 
Palermo 63
Penalizzazioni
 
Foggia -6

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy