HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TuttoB.com: notizie di Serie B
TMW Radio
SONDAGGIO
Crisi Sampdoria: Pirlo merita ancora fiducia?
  Sì
  No

Flash news

Il Fatto Quotidiano: "Sentenza di condanna già preparata: la Juve andrà minimo in Serie B"

06.02.2023 13:13 di Marco Lombardi  
© foto di www.imagephotoagency.it
Il Fatto Quotidiano: "Sentenza di condanna già preparata: la Juve andrà minimo in Serie B"

So che dirlo così bruscamente può risultare spiacevole specie per tifosi del club in questione: ma quello che nessuno vi dice, e che forse è il caso di rendere noto, è che alla luce delle motivazioni della sentenza che ha condannato la Juventus al -15 nel processo “plusvalenze fittizi e”, anche l’esito del prossimo processo, quello sulle “manovre stipendi”, appare segnato: sarà un verdetto di colpevolezza e la sanzione per dirigenti e club sarà ancora più dura per la gravità del reato commesso, la piena consapevolezza del comportamento delinquenziale messo in atto e la vastità del cast dei partecipanti, tutti i più alti dirigenti sia dell’area sportiva che amministrativa e l’intero parco-giocatori del 2019-20 e del 2020-21 (40 tesserati).

E sanzione più dura significa una sola cosa (e parlo dell’ipotesi alla Juve più favorevole): retrocessione in serie B. Dovendo la pena essere afflittiva, ed essendo appena stata condannato il club a non potersi piazzare nei primi 6 posti che danno accesso alle Coppe, un suo qualsiasi piazzamento tra il 7° e il 17° posto non potrà che essere punito scendendo al gradino successivo, il declassamento all’ultimo posto, appunto la caduta in B. Se andrà bene. Vi chiederete: come mai tanta certezza a processo non ancora iniziato? La risposta è che la sentenza di condanna è già stata preparata, infiocchettata e firmata a quattro mani nel processo da poco concluso dalla Corte Federale da una parte e dalla difesa della Juventus dall’altra; una difesa catastrofica, incorsa in una serie di autogol difficili da cancellare e che peseranno come un macigno sui procedimenti futuri.

Per fare un esempio, per difendersi dall’accusa di aver truccato i bilanci iscrivendo all’attivo i guadagni da plusvalenza e posticipando invece la spesa degli ammortamenti, spalmata sui bilanci degli anni successivi, la Juventus ha sostenuto che in un quadriennio o in un quinquennio le due cifre si pareggiano: nessun beneficio effettivo, quindi. Un autogol pazzesco che la Corte ha duramente stigmatizzato: “Sostenere che in ogni caso gli effetti si compensano in un quadriennio o quinquennio equivale a dichiarare che i bilanci degli esercizi compresi nell’intervallo temporale indicato non sono veritieri”. E ancora, dopo avere ricordato i duri giudizi espressi dalla Consob: “I bilanci della FC Juventus semplicemente non sono attendibili”.

Quello che molti non hanno ancora capito è che la Juve è stata condannata non tanto per i pochi o tanti milioni (fasulli) caricati a bilancio ma per la smaccata, reiterata e consapevole violazione dell ’art. 4 sulla lealtà sportiva, che è la base per chi fa sport. Uno sfregio sanguinoso, con un presidente (Agnelli) e un capitano (Chiellini) che speculando sulla pandemia firmano un documento di finta rinuncia a 4 mensilità, annunciano un risparmio per il club di 90 milioni e poi preparano, sottoscrivono e occultano, d’accordo con 40 tesserati, 40 agenti e 40 studi legali, altrettante scritture private a garanzia della restituzione degli stipendi stessi. Già i giudici del processo-plusvalenze avevano parlato di volgari “operazioni di nascondimento” spintesi “sino ad intervenire correggendo a penna le fatture ricevute dalla controparte”; ebbene, moltiplicate queste malefatte per 10 ed avrete il quadro del prossimo processo. Il -15, ha scritto la Corte, è una “sanzione proporzionata all’inevitabile alterazione del risultato sportivo che ne è conseguita”. Ebbene, questo era un cavalcavia, adesso arriva l’Everest. Spiace dirlo, ma la B per la Juve è un augurio.


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Flash news
 

Primo piano

Ternana, Breda: “Sapevamo che sarebbe stata una battaglia” Per la Ternana altro pareggio casalingo contro una diretta concorrente per la salvezza come il Lecco. Al termine della gara mister Roberto Breda ha parlato in conferenza stampa: “Quando dico che ogni partita è una battaglia è vero,...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di La Top11 della 25esima Giornata Portiere: Joronen (Venezia)   Difesa: Delprato (Parma) Sgarbi (Ternana) Adorni (Brescia) Frabotta (Cosenza)   Centrocampo: Darboe...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Calori: "Parma, è quasi fatta. Cremo-Palermo da tripla. Pisa, davanti manca qualcosa. La Samp dovrà adattarsi. Su Romero..." Il Parma che 'vede' la A, la lotta per il secondo posto, il Citta in crisi, lo Spezia in ripresa e un gioiellino che avrebbe...
L'altra metà di Serie B, Modena-Spezia: le probabili formazioni Le probabili formazioni di Modena-Spezia, posticipo che chiude la 26a giornata di Serie B, in programma alle 16.15 al 'Braglia': MODENA...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 25 Febbraio 2024

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi domenica 25 febbraio 2024.

Parma 55
Venezia 48
Cremonese 47
Palermo 46
Como 46
Catanzaro 42
Cittadella 36
Brescia 34
Modena 34
Bari 33
Cosenza 32
Südtirol 31
Reggiana 31
Sampdoria 31*
Pisa 30
Ternana 26
Ascoli 26
Spezia 25
Feralpisalò 21
Lecco 21
Penalizzazioni
Sampdoria -2

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy Consenso Cookie