Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia

GdS: "Il Catanzaro si affida alla spinta del 'Ceravolo'. Si profila un 'sold-out' per il derby con il Cosenza"

GdS: "Il Catanzaro si affida alla spinta del 'Ceravolo'. Si profila un 'sold-out' per il derby con il Cosenza"TuttoB.com
© foto di Andrea Rosito
martedì 21 novembre 2023, 12:00Catanzaro
di Marco Lombardi

"Il Catanzaro si affida alla spinta del 'Ceravolo'. Si profila un 'sold-out' per il derby con il Cosenza", titola la Gazzetta del Sud. 

Rendere il “Ceravolo” di nuovo una fortezza. Con il sold out di domenica sarà più facile. Colore e tifosi a parte, il rilancio del Catanzaro passa dalla necessità di ristabilire il fattore campo, in linea con quanto fatto nei precedenti campionati a trazione Vivarini. Non che finora le Aquile abbiano faticato in casa: dieci punti in sei partite (tanti quanto Palermo e Como) sono un bottino più che apprezzabile in un torneo equilibrato e ricco di sorprese come la Serie B, nel quale le squadre in trasferta giocano, osano e spesso vincono. Del resto, gli stessi giallorossi ne sono la dimostrazione, visto che lontano dalla Calabria si sono imposti tre volte su sette perdendone solo due: undici dei ventuno punti complessivi sono stati certificati all’esterno per un cammino sostanzialmente identico anche per gol realizzati e subiti (dieci a nove).

Per consolidare la categoria, alla lunga, sarà comunque indispensabile incrementare la dote interna, visto che i piani per una salvezza tranquilla non possono non passare dal “Ceravolo”. E dalla spinta che i tifosi sanno garantire sui Tre colli. Il derby sarà la prima tappa di questo nuovo percorso, che Iemmello e compagni proveranno ad avviare in grande stile in una cornice che lo merita. Ieri pomeriggio la prevendita per i settori di casa è durata poco più di tre ore: le code alle rivendite fisiche non sono più una novità, l’assalto al gestore dei biglietti on line nemmeno, il risultato è che non c’è più un biglietto disponibile e domenica i botteghini resteranno chiusi [...].