VERSIONE MOBILE
 Martedì 2 Settembre 2014
GROSSETO
CALCIOMERCATO CONCLUSO: CHI SI È RINFORZATO DI PIÙ?
  
  
  
  
  
  
  
  
  

GROSSETO

Grosseto, lo sfogo di Camilli: "Mi stanno trattando alla pari di chi si è venduto i genitori"

20.08.2012 19:00 di Federico Errante  articolo letto 1047 volte
Fonte: biancorossi.it
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

Il caldo dell'agosto romano è l'ultima delle preoccupazioni del Presidente Camilli. Lo vediamo uscire dalle scalinate dell'edificio dove si stanno decidendo le sorti del Grosseto con passo deciso e si avvicina a noi per stringere le poche mani dei tifosi che hanno voluto essere con lui. Il Comandante non ha perso la sua grinta ma le parole sono quelle di un uomo che si trova, con profonda amarezza, in un ambiente non suo. "Mi stanno trattando alla pari di persone che si sono venduti il babbo e la mamma, che parlavano con numeri telefonici intestati in Cina, io ho lo stesso numero da 20 anni!". La difesa del Grosseto c'è stata ed è stata precisa, corposa e puntuale, nelle parole e nelle 52 pagine scritte dagli avvocati. Purtroppo però è difficile difendersi quando le accuse sono pure illazioni, basate sulle dichiarazioni di personaggi già condannati che, più o meno improvvisamente, sono diventati uomini degni di rispetto e attendibilità. E questa è la sensazione che trapela guardando il Comandante negli occhi, quella di un uomo che ha fatto tutto per scongiurare la morte della sua e della nostra Società. "È un ambiente in cui non mi riconosco e che non ha mai fatto parte del mio modo di essere" continua il nostro Presidente. Verrebbe da abbracciarlo come si abbraccia una persona cara e rincuorarlo con un coro di quelli che si sentivano una volta in curva. Ci guardiamo intorno e siamo troppo pochi e troppo provati per farlo. Piero Camilli se ne va circondato dai suoi legali e tutti rimaniamo con i soliti dubbi e le solite speranze che la vicenda possa concludersi nel migliore dei modi. La porta della Serie B non è ancora del tutto chiusa, ci ha detto oggi qualcuno di importante ma i dubbi sono ancora tantissimi. Quei dubbi, che ci accompagnano ormai da mesi, rimarranno almeno fino alla fine di questa settimana quando la Corte Federale si pronuncerà in modo definitivo sulle sorti del Presidente Piero Camilli e della storia calcistica della nostra Città.


Altre notizie - Grosseto
Altre notizie
 

IL BARI SALE IN CATTEDRA, CLAMOROSO AL "MASSIMINO": ANALISI E RIEPILOGO DELLA 1A GIORNATA DI B

Il primo atto si è compiuto, non senza qualche godibile sorpresa. La Serie B, d'altronde, ci ha abituati all'imprevedibilità del gioco del calcio, alle emozioni al cardiopalmo intrinseche a ogni partita. La vittoria del Perugia tra le mura amiche-al “C...

ESCLUSIVA TB - SIENA, ANTONELLI: "LA MIA STAGIONE PIÙ DIFFICILE MA CI SIAMO PER I PLAY-OFF. ROSSETI UN PREDESTINATO"

Le difficoltà di una stagione a tratti surreale e le ambizioni intatte di serie A: il direttore sportivo del Siena...

SPEZIA-REGGINA, EBAGUA VS GERARDI: UNA SFIDA TRA BOMBER DI CATEGORIA

Questa sera allo stadio "Alberto Picco" si giocherà Spezia-Reggina, anticipo della trentasettesima giornata...

TOP E FLOP - CATANIA - VIRTUS LANCIANO

Il Catania stecca la prima di campionato contro il Lanciano in una gara più che alla portata dello squadrone etneo. La...

PORTA A PORTA - UNA GIORNATA “NO” NON VANIFICA TALENTO E QUALITÀ: BASSI VS LEALI

All'Empoli hanno scelto un portiere fatto in casa: Davide Bassi, classe 85', è cresciuto nelle giovanili e per...
 
Bari 3
 
Ternana 3
 
Perugia 3
 
Avellino 3
 
Frosinone 3
 
Varese 2*
 
Catania 1
 
Virtus Lanciano 1
 
Carpi 1
 
Cittadella 1
 
Livorno 1
 
Modena 1
 
Pescara 1
 
Trapani 1
 
Latina (-1) 0
 
Vicenza (-1) 0
 
Bologna 0
 
Spezia 0
 
Brescia 0
 
Pro Vercelli 0
 
Crotone 0
 
Virtus Entella 0
Penalizzazioni
 
Varese -1

   Editore: MICRI COMMUNICATION Norme sulla privacy