HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » venezia » Focus
Cerca
Sondaggio TMW
Balotelli in gol col Monza, potrà essere determinante per la promozione?
  SI
  NO

Venezia-Ascoli, UP&DOWN, ottima reazione ma si può migliorare

29.11.2020 19:07 di Davide Marchiol    per tuttoveneziasport.it  
Venezia-Ascoli, UP&DOWN, ottima reazione ma si può migliorare
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

UP

1. Mattia Aramu, all'improvviso. Stava giocando bene il diez, ma senza regalari colpi da fantascienza come magari fatto in certi frangenti l'anno scorso. In un match senza Magic Johnsen, con Forte meno cinico del solito e Capello più impegnato a correre che a dare qualità, ci pensa lui a tirare fuori il coniglio dal cilindro. La rovesciata ancora non l'avevamo vista nel suo repertorio e ieri ce l'ha mostrata con estrema efficacia;

2. Luca Fiordilino, indomabile. Ha rischiato seriamente di finire tra i flop dopo i due gol sbagliati. Quello a porta vuota ha ricordato un po' il Darko Pancev dei tempi che furono. Il play non ha mollato e ha continuato a giocare come sa, venendo premiato con la terza chance, che non ha fallito, mandando in estasi tutto l'ambiente arancioneroverde;

3. Pasquale Mazzocchi, è tornato a essere scheggia. Le scorribande di Pasquale sono importantissime per creare gli spazi giusti e far colpire i compagni. Dopo aver fatto un paio di settimane ko ora è tornato subito ai suoi livelli, prima mandando a vuoto Kragl, poi facendo impazzire il giovane Pierini. Forse l'acquisto più importante di questo mercato estivo per la sua capacità di ribaltare il fronte.

4. Francesco Di Mariano, decisivo. Di solito ci sono tre top, ma sarebbe stato ingiusto non citare Kekko. Il nipote di Totò Schillaci entra in campo e stavolta approfitta dello spazio lasciato sulle fasce per mettere il pallone decisivo,

DOWN

1. Gianfilippo Felicioli, un altro errore dietro. Può migliorare in alcune situazioni difensive l'ex Hellas Verona. Anche stavolta viene preso d'infilata, facendosi sorprendere da Pucino in area piccola dopo aver lasciato contro il Brescia lo spazio del tiro a Bisoli. Deve crescere nelle chiusure sulle palle alte e ha i mezzi per farlo;

2. Alessandro Capello, ci si aspettava qualcosina di più, forse perchè tornato in una posizione a lui più conosciuta. Il ragazzo scuola Cagliari però non incide come potrebbe, soprattutto quando l'Ascoli molla un po' la presa. Sta continuando il percorso di crescita per trovare spazio in questo nuovo Venezia.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Venezia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy