HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » venezia » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
PLAYOUT: CHI RETROCEDE?
  SALERNITANA
  VENEZIA

Lupo, conferenza: "Allenatori e giocatori dovranno provare lo stesso brivido che ho provato io quando mi ha chiamato il Venezia"

17.06.2019 10:46 di Davide Marchiol    per tuttoveneziasport.it   articolo letto 28 volte

Tempo di presentazioni in casa Venezia, dopo il doloroso passaggio in Serie C è giunta l'ora di far conoscere Lupo, nuovo DS: “Dietro una grande città c'è una grande società e un grande progetto, che sta procedendo nonostante anni di vera difficoltà, quindi sono onorato di poterla rappresentare e ringrazio chi mi ha consigliato al presidente. Lavorare con un organico così ridotto in questo momento può essere un vantaggio, una forte squadra di C puntellata può fare bene anche in B, quindi pensiamo alla C, poi se in questa settimana dovesse accadere qualcosa ad altri vedremo, non auguriamo nulla di brutta a nessuno, semplicemente Venezia merita la Serie B, in caso faremo una squadra forte in C da puntellare in B, tutte le squadre che hanno fatto il doppio salto hanno fatto così, siamo sempre in tempo per rinforzare la squadra per la cadetteria.

Il profilo del nuovo allenatore: “Sull'allenatore ci stiamo muovendo per cercare un allenatore che possa allenare il Venezia in entrambe le situazioni, non abbiamo fretta, bisogna capire cosa fare, non c'è un problema di tempo, chiaramente dovessimo trovare un profilo che dovesse accettare con entusiasmo sia la Serie C che la Serie B saremmo felici. Venezia è una squadra importante, indipendentemente dalla categoria, voglio sentire nel nuovo allenatore lo stesso fremito che ho sentito io quando mi ha chiamato il Venezia. L'identikit è questo, chi avrà voglia di portare la squadra in alto e avrà entusiasmo allora sarà il profilo giusto, non è l'esperienza la discriminante, quella gliela posso dare io che ne ho tanta alle spalle”

Tanti i nomi fatti per il mister: “Qualche allenatore che avete detto era giusto, altri vi sono sfuggiti, ma voi fate il vostro lavoro, è giusto così. Io da oggi posso muovermi ufficialmente, se non ho l'ufficialità non mi muovo, per questione di rispetto. Da mezzogiorno in poi comincerò a muovermi per trovare il profilo più adatto per allenare il Venezia”.

Diversi calciatori in uscita, come Vicario: “Mi muoverò anche su questo, parlerò con l'agente, il ragazzo e le eventuali squadre interssate. Vale per tutti lo stesso discorso, anche chi rimane qui, deve avere il fuoco della rivincita dentro, è una retrocessione amara, difficile da metabolizzare, se hai una minima malinconia è giusto che le strade si separino, se hai il fuoco dentro invece è giusto che si continui assieme”

Annate passate rimaste nella memoria: “Nel corso della mia carriera ho sempre avuto esperienze positive, è il tempo a dirti se hai fatto bene e quando torno dove sono stato trovo sempre un bel ricordo e rapporti gratificanti. Ancelotti disse una volta che si diverte anche nei momenti negativi, intendendo che è un lavoro talmente gratificante che ti diverti sempre. Sono fortunato a far parte di questo mondo qui nonostante tutte le anomalie che ci sono in questo mondo qui e di cui ha parlato il presidente”.

Un giocatore a cui è rimasto legato: “Sono affezionato a Recoba, con cui ho condiviso un'esperienza a Torino e dove si calò con grande umiltà, ho assistito alla maturazione di tanti giocatori, come Icardi alla Sampdoria, quando ero io a Genova non era ovviamente così conosciuto, credo di aver contribuito in modo giusto”


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Venezia

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy