HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Magazine
  HOME tb » venezia » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
BRESCIA IN SERIE A, HA VINTO LA SQUADRA PIU' FORTE?
  SI
  NO

Ora contro il Crotone diventa decisiva

24.04.2019 10:48 di Davide Marchiol    per tuttoveneziasport.it   articolo letto 30 volte

Contro l'Ascoli è arrivata un'altra sconfitta per il Venezia di Serse Cosmi, un inciampo che poteva costare la zona Play-Out, ma fortunatamente nello scontro diretto tra Foggia e Livorno è arrivato un pareggio e quindi gli arancioneroverdi hanno conservato il quintultimo posto e la possibilità di giocarsi ancora qualche carta. Sabato al Penzo infatti arriverà il Crotone, che è davanti ai Leoni di un punto ed è fuori dalla zona rossa. Solo una vittoria permetterà agli uomini di Cosmi di poter sperare nella salvezza senza passare per l'incubo Play-Out o peggio, visto che comunque le concorrenti sono agguerrite e, tranne forse Carpi e Padova (non è matematico, ma gli servirebbe un miracolo), sono ancora tutte in gioco.

Certo è che il match di Pasquetta ha lasciato un po' interdetti tutti gli osservatori. Contro il Foggia il Venezia non aveva fornito una prova scintillante, riuscendo però comunque a resistere e a trovare l'episodio per sbloccare il match e prendere i tre punti. Ad Ascoli i Leoni invece sono parsi inermi. I bianconeri sono scesi in campo con un altro spirito, prendendo il controllo del pallone e alzando un po' alla volta il baricentro hanno schiacciato gli ospiti, fino all'errore di Coppolaro, che ha portato al rigore trasformato da Ardemagni. Penalty non nettissimo, ma il tocco di mano c'è, anche se il braccio non è largo, non è uno scandalo la sua assegnazione così come probabilmente non sarebbe stato assurdo non darlo. Sono quegli episodi che possono girare bene o male. Stavolta non è andata bene.

Nel secondo tempo la reazione è arrivata, ma debole e la squadra di Vivarini non ha mai temuto realmente di cedere alla pressione arancioneroverde. Non si ricordano infatti grandissime occasioni da gol, giusto un colpo di testa di Modolo che ha impegnato Milinkovic-Savic, ma poco altro. Anzi sono andati vicini gli avversari al bis con Rosseti. Questo Venezia sembra non essere in grado di costruire palle gol, si può affidare alle sgroppate del solo Lombardi, che quando è riuscito a sganciarsi ha creato più di qualche grattacapo. Per il resto offensivamente parlando c'è veramente troppo poco. Vrioni e Rossi insieme mettono a referto un solo gol in questa stagione, Bocalon due, c'è Di Mariano, quando è in forma, se è assente o non è in palla sono dolori. I rifornimenti poi faticano enormente ad arrivare, anche stavolta Pinato e Zennaro sono stati risucchiati dall'intensità avversaria. Cosmi deve sbrigarsi a scuotere i suoi affinchè trovino la cosa fondamentale: il gol. L'attacco è il peggiore della Serie B e difficilmente le cose saranno stravolte, ma contro il Crotone la vittoria è d'obbligo e anche segnare non sarà facoltativo.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Venezia

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy