HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
Da TuttoB.com le ultimissime notizie sul campionato cadetto
SONDAGGIO
Padova e Foggia in crisi, di chi è la colpa?
  Mister
  Giocatori
  Società

TOP E FLOP

TOP E FLOP - Lanciano-Avellino 1-2

01.05.2016 14:30 di Marco Romano   articolo letto 6117 volte
© foto di Federico Gaetano

E' l'Avellino ad aggiudicarsi, in trasferta, il match salvezza contro la Virtus Lanciano, con un 1-2 a domicilio. Apre il marcatore Mokulu, radoppia Joao Silva prima del definitivo 1-2 firmato Salviato.

TOP

Alessio Cragno (Virtus Lanciano): si è dimostrato ancora una volta il miglior acquisto dell'anno. Il rammarico è non averlo portato sulla sponda rossonera già a settembre. Ieri ha fatto quel che ha potuto: ha partato il rigore di Mokulu e la successiva ribattuta di Gavazzi, arrendendosi solo al terzo tentativo. Altre buone parate per arrivare poi al capolavoro del 27' della ripresa quando nel giro di pochi secondi disinnesca a tu per tu le conclusioni di Insigne, prima, e dello stesso Mokulu poi.

Roberto Insigne (Avellino): la sua partenza è accorta, come quella di tutta la squadra. Però con la superiorità numerica il fratello minore di Lorenzo trova i giusti spazi per partire palla al piede e creare pericoli agli avversari. Dal suo sinistro parte l'assist per il raddoppio di Joao Silva. Più volte si presenta in zona tiro alla ricerca della gioia personale, negatagli a volte per una questione di centrimentri, a volte dalle prodezze di Cragno. Dal suo piede

William Jidayi (Avellino): dopo pochi minuti arriva già il primo intervento decisivo anticipando di testa Ferrari all'altezza dell'area piccola su un cross proveniente dalla sinistra. Commette un fallo da rigore che poteva costare caro per i suoi (concesso per atterramento in area di Ferrari) ma per sua fortuna viene graziato da Martinelli che lo lascia in campo. Nella ripresa le sue letture difensive vanno a sbrogliare la matassa in più di un'occasione.

FLOP

Daniele Martinelli di Roma 2 (direttore di gara): il 32enne fischietto romano entra nella lista dei flop per alcune scelte discutibili. Il Lanciano quando lo incontra diciamo che non ha proprio fortuna: già all'andata, nella trasferta di Brescia, Martinelli aveva concesso un rigore inesistente per atterramento di Pucino su Embalo. Ieri pomeriggio potremmo dire che si è ripetuto. La posta in palio era alta, punti pesanti in uno scontro salvezza che a fine anno, come tutti non perdono mai occasione di ricordare, valgono doppio. Al minuto 11 del primo tempo estrae per rosso diretto il difensore Amenta per fallo da ultimo uomo in area su Mokulu; nelle vicinanze in realtà c'era anche Aquilanti, ma forse giudicato non troppo vicino da poter intervenire. Il problema è che poi il direttore di gara non è stato altrettanto fiscale quando al 27', sempre della prima frazione, fischia rigore per gli abruzzesi. Marilungo scodella palla in area e Jidayi frana addosso a Ferrari, a pochi metri dalla linea di porta. Martinelli fischia e concede la pena massima, senza però nemmeno ammonire il difensore ospite. Il cartellino giallo ne avrebbe comportato l'espulsione, ristabilendo parità numerica in campo, perchè il difensore irpino era stato già ammonito proprio pochi minuti prima. Episodio, inutile a dirlo, che scatena la rabbia dei giocatori in campo. Nel secondo tempo altre scelte discutibili, come per esempio quando allontana dal terreno di gioco Attilio Tesser, mostrando il braccino in un altro paio di occasioni.

Federico Bonazzoli (Virtus Lanciano): viene inserito da Maragliulo già al 41' del primo tempo al posto di Ferrari (che in precedenza aveva sbagliato il calcio di rigore, poi corretto in rete da Salviato. Invocato a gran voce dal pubblico e dalla critica che lo voleva titolare, o comunque di più in campo, nelle precedenti partite, l'ex primavera dell'Inter però delude le attese. Diversi appoggi fuori misura e pesa sulle sue spalle la clamorosa palla goal, forse la migliore di tutto il match, sprecata con un piazzato troppo debole e centrale che Frattali para a terra.

Federico Amenta (Virtus Lanciano): il difensore 36enne commette un errore d'ingenuità gravissimo all'11' quando va ad atterrare in area Mokulu. Un calciatore con la sua esperienza avrebbe dovuto leggere meglio l'azione ed evitare di commettere una così incomprensibile leggerezza. Anche se l'Avellino fosse passato in vantaggio al termine dell'azione la sua squadra avrebbe avuto tutto il tempo per cercare di rimettere l'incontro sui giusti binari, e invece ha lasciato i suoi con un uomo in meno, andando a sentenziare da subito una partita iniziata solo da una manciata di minuti.


TuttoB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Flash news
 

Primo piano

Venezia, Tacopina sbotta: "Partita decisa da un rigore inesistente" Joe Tacopina imbufalito al termine della gara pareggiata a Crotone dal suo Venezia. Queste le parole del patron dei lagunari, molto arrabbiato per il penalty concesso dal direttore di gara a favore della squadra di casa nella ripresa: "Il risultato non è giusto, il...
CANALI TUTTOB
CANALI TUTTOB
L'altra metà di Serie B, 15a giornata: la TOP 11 di TB La TOP 11 della 15a giornata del campionato cadetto scelta dalla redazione di TuttoB.com: (4-2-3-1): Montipò; Crescenzi,...
L'altra metà di B-SCOUT - Niccolò Carrara: terzino sinistro del Novara La rubrica B-Scout riprende occupandosi di un giovane ragazzo della Primavera del Novara sul quale tenere monitorata la crescita è...
L'altra metà di ESCLUSIVA TB - Bonato: "Lecce sorpresa. Il Citta può approfittare delle difficoltà delle big. In coda anomalia Crotone. Ecco i giovani più forti della B" In esclusiva per TuttoB.com, Nereo Bonato, ex ds, tra le altre, di Sassuolo e Udinese, ha fotografato il campionato cadetto. Palermo...
L'altra metà di Benevento, Del Pinto: "Giocare su questo campo non era semplice" Le dichiarazioni di Lorenzo Del Pinto, centrocampista del Benevento, a margine della gara del 'San Vito - Marulla' contro il...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 17 dicembre 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi lunedì 17 dicembre 2018.

 
Palermo 30
 
Brescia 27
 
Pescara 26
 
Lecce (1) 26
 
Cittadella 25
 
Hellas Verona (-1) 22
 
Benevento 22
 
Perugia 22
 
Spezia 21
 
Venezia 20
 
Ascoli 20
 
Salernitana 20
 
Cremonese 19
 
Cosenza (1) 15
 
Crotone 13
 
Carpi 13
 
Foggia 12*
 
Padova 11
 
Livorno 10
Penalizzazioni
 
Foggia -8

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy