HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » salernitana » News
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

SALERNITANA: un ex capitano granata alla corte di Ventura

03.06.2020 22:30 di TS Redazione    per tuttosalernitana.com  
Fonte: La Città
SALERNITANA: un ex capitano granata alla corte di Ventura
© foto di Carlo Giacomazza/TuttoSalernitana.com

Mentre la prima squadra ieri mattina ha ripreso gli allenamenti in forma collettiva, mettendo nel mirino il ritorno in campo, in casa Salernitana proseguono le manovre per il settore giovanile. Resta sempre da definire la posizione di Luca Fusco: l’ex capitano era stato inizialmente accostato alla Primavera dell’ippocampo dopo l’esperienza con i pari età della Juve Stabia, conclusa anticipatamente per via dell’emergenza sanitaria. La storica bandiera granata, però, sembra ora dirottato verso un altro ruolo, quello di allenatore in seconda del tecnico Gian Piero Ventura che, con ogni probabilità, sarà anche per la prossima stagione il trainer del cavalluccio marino. Fusco potrebbe così diventare il nuovo “braccio destro” dell’ex ct azzurro che, dopo lo strappo con il suo storico collaboratore Tiziano De Patre, si è affidato al collaboratore tecnico e match analyst Matteo Lombardo, che gode della piena fiducia ma che non è ancora provvisto del patentino Uefa A, tanto che in due occasioni è toccato a Gigi Genovese, divenuto responsabile degli allenatori dei portieri del settore giovanile, “figurare” in panchina e in distinta al fianco del giovane tecnico portato all’ombra dell’Arechi da Alberto Bollini. Lombardo dovrebbe riprendere il suo ruolo originale, forte della stima di Ventura, al quale tuttavia serve un’altra figura nello staff, figura che corrisponde all’identikit di Luca Fusco.

L’ex difensore originario del quartiere Mariconda, ha legato i suoi primi passi da tecnico nel calcio professionistico proprio a un pupillo di Ventura, quel Gianluca Grassadonia che ha sposato a pieno i principi di gioco e i dettami tecnici del suo maestro ai tempi del Cagliari, e che potrebbe fare da “sponsor” decisivo per l’investitura di una delle bandiere della Salernitana. I granatini, invece, potrebbero ripartire ancora una volta da Antonio Rizzolo: arrivato nel dicembre del 2018 come collaboratore di Angelo Gregucci ma passato in Primavera dopo l’esonero del tecnico tarantino, Rizzolo è stato protagonista di una buona stagione fino alla sosta forzata che ha di fatto interrotto i sogni di playoff della massima formazione della cantera granata. Nel frattempo la dirigenza studia per completare l’organigramma tecnico di tutte le formazioni giovanili e capire come sostituire al meglio Ernesto De Santis e Mario Landi, ai saluti dopo le rispettive esperienze con l’Under 16 e l’Under 17 (al vaglio la disponibilità di diversi tecnici dei campionati dilettantistici salernitani). Sembra essersi raffreddata la pista che porta a Manolo Pestrin, altro ex capitano granata e fedelissimo del direttore sportivo Angelo Fabiani, con il quale già prima della sosta c’era stata una chiacchierata e una prima prova generale da osservatore, con la promessa di stabilire insieme il da farsi. L’ex centrocampista centrale, preferirebbe iniziare la nuova avventura professionale buttandosi a capofitto nello scouting, ma quel ruolo al momento sembra saldamente nelle mani di Emanuele Calaiò, il cui contratto da calciatore è stato allungato di un anno dopo l’addio al calcio giocato e il passaggio dall’altra parte della scrivania, con annesso ingaggio spalmato. L’Arciere, in un’intervista a Sportitalia, ha ribadito il suo contributo alla causa. «Sto cercando di migliorare il settore giovanile, i talenti in Campania sono tanti. Bisogna investire di più sui giovani».


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Salernitana

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy