HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » salernitana » News
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

SALERNITANA: quando l'Arechi fece tremare le gambe a Zidane e Henry

30.05.2020 22:00 di Gaetano Ferraiuolo    per tuttosalernitana.com  
SALERNITANA: quando l'Arechi fece tremare le gambe a Zidane e Henry
© foto di J.M.Colomo

Roma, Lazio e Inter e si sognava di mettere lo sgambetto alla Juventus per una partita determinante in ottica salvezza per i granata e in chiave Champions per i bianconeri. Priva di Del Piero, la vecchia signora rispolverava il tridente Zidane-Henry-Inzaghi, roba da mettere i brividi soltanto a pensarci. Di contro una Salernitana finalmente capace di esprimere il proprio potenziale, merito del "normalizzatore" Oddo che fece decisamente meglio di un profeta devastante in serie B, ma tremendamente esperto in massima serie come dimostrarono gli innumerevoli errori commessi. La gente credeva nell'impresa, una bolgia incredibile accompagnò la Salernitana sin dalle prime ore del mattino. Sul campo, anche grazie allo spettacolare duello Davids-Gattuso stravinto dal ringhio granata, il cavalluccio marino addentò la zebra al netto di una traversa colpita da Zidane che trema ancora. Ci pensò Di Vaio, sfruttando una giocata magnifica di David Di Michele, a sbloccare lo 0-0, poi Vannucchi fece ammattire la difesa di Ancelotti conquistando due espulsioni a favore. Anche questo, considerato l'avversario, era un piccolo record.

Ma anche in 9 quella Juventus ebbe modo di spaventare il pubblico: al 94' solo una prodezza di Balli respinse al mittente il tentativo di Fonseca, mentre in tribuna il direttore generale Moggi guardava il cronometro rassegnato per l'ennesima sconfitta in una stagione da dimenticare culminata con l'esonero di un totem come Lippi. A fine gara un tripudio generale, tutto alla vigilia di tre scontri diretti contro Cagliari, Vicenza e Piacenza che improvvisamente sembravano ostacoli facilmente superabili. In fondo, con un bravo allenatore in panchina, una squadra forte e un tifo del genere, mica ci si poteva spaventare dopo aver battuto la più grande d'Europa? Gli arbitri e il destino, tuttavia, decisero diversamente. Ma quei 90 minuti in un Arechi di fuoco resteranno per sempre nella storia.

SALERNITANA-JUVENTUS 1-0 (Serie A 1998-99)

SALERNITANA (4-3-3): Balli; Bolic, Fresi, Monaco (44' st. Tosto), Del Grosso; Gattuso, Bernardini, Tedesco; Di Michele (9' st. Vannucchi), Di Vaio, Giampaolo (39' st. Ametrano). 
A disp: Ivan, Kristic, Kolousek, Chianese. All: Oddo

JUVENTUS (4-3-3): Peruzzi; Mirkovic, Iuliano, Montero, Pessotto; Conte (17' st. Di Livio), Deschamps, Davids; Henry (7' st. Fonseca), Zidane, Inzaghi (36' st. Amoruso). 
A disp: Rampulla, Ferrara, Birindelli, Tacchinardi. All: Ancelotti

Arbitro: Borriello di Mantova
Marcatore: 37' Di Vaio
Ammoniti: Montero, Deschamps, Davids, Fonseca
Espulsi: 28' st. Mirkovic, 42' st. Iuliano
Spettatori: 40mila circa


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Salernitana

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy