HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » salernitana » Editoriale
Cerca
Sondaggio TMW
CAMPIONATO: SAREBBE GIUSTO TERMINARE QUI LA STAGIONE?
  SI
  NO

NESSUN DRAMMA, TANTA SFORTUNA. ARBITRO E VENTURA, SERATA DA DIMENTICARE

18.02.2020 00:52 di Gaetano Ferraiuolo    per tuttosalernitana.com   articolo letto 32 volte
NESSUN DRAMMA, TANTA SFORTUNA. ARBITRO E VENTURA, SERATA DA DIMENTICARE
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Una serata da dimenticare, i classici 90 minuti in cui va storto tutto quello che può andare storto. Due infortuni gravi, ammonizione per il miglior giocatore della rosa che salterà per squalifica il prossimo turno, rigore contro inesistente, l'errore a porta vuota di Djuric, il Chievo che raddoppia con un'azione ricca di rimpalli favorevoli. Per fortuna in classifica non è cambiato moltissimo e, battendo il Livorno seppur in emergenza, ci sono tutti i presupposti per andare a Frosinone con la possibilità concreta di alimentare le speranze promozione diretta. Certo, perdere per quasi tutto il girone di ritorno un top player come Lombardi peserà moltissimo e vien da chiedersi perchè staff medico e staff tecnico abbiano deciso di gettarlo nella mischia se già da diverse settimane manifestava un affaticamento muscolare. Entrare a freddo, nel gelo del Bentegodi, non era propriamente la scelta più giusta, tuttavia con i se e con i ma non si fa la storia e bisogna soltanto augurare al calciatore una pronta guarigione. Ad ogni modo non è stata una bella Salernitana,a cospetto di un Chievo ancora più brutto e che ha sfruttato la giornate nera del direttore di gara. Concedere quel rigore è vergognoso, un errore troppo grave per chi arbitra in serie B e non deve falsare indirettamente i campionati con sviste colossali, condivise con l'assistente. Un'associazione credibile dovrebbe sospenderlo a tempo indeterminato, allenatori come Inzaghi e Castori che hanno lamentato torti mai subiti dovrebbero chiedere scusa e ricordare che la Salernitana non è prima o seconda quasi esclusivamente per colpa delle giacchette nere.

Come detto, dal derby dominato a Benevento in poi non si è più vista la solita Salernitana. Una involuzione psicofisica pericolosa, frutto anche di alcuni infortuni che hanno martoriato la squadra per tutta la stagione. Se poi ci si mette anche Ventura c'è poco da stare allegri. La difesa, con Aya, aveva trovato un proprio equilibrio, ma stasera il mister ha rivoluzionato tutto rinunciando a un calciatore che stava facendo benissimo optando per tre elementi fuori ruolo. Si contraddice il tecnico quando dice che "Kiyine ha giocato terzino sinistro perchè Lopez non c'era e Curcio non era pronto. Non avevo altre soluzioni". Due le domande spontanee: perchè non Jaroszynski a sinistra? Perchè, allora, optare per il 4-4-2 se ammetti che non c'erano gli interpreti? Ventura resta un valore aggiunto e non si discute, ma c'è tanto del mister- in negativo- dietro la sconfitta. Un ko che non ridimensiona le ambizioni, in fondo basterà battere il Livorno per presentarsi a Frosinone con la voglia di alimentare un grande sogno. I tifosi lo meritano. Non gli analfabeti del web che non aspettavano altro per alimentare tesi deliranti, quanto i seicento che hanno viaggiato fino a Verona e che torneranno di notte. Ancora più innamorati di prima. Sarà bello, domenica, vedere l'Arechi per quelli di sempre. Loro sì che non perdono mai...


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Salernitana

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy