HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » salernitana » News
Cerca
Sondaggio TMW
SIETE FAVOREVOLI ALL'USO DEL VAR IN SERIE B?
  SI
  NO

MONDO DEL TIFO: Gianni Novella ha vinto la sua battaglia: "Bentornata vita!"

15.07.2019 15:00 di Gaetano Ferraiuolo    per tuttosalernitana.com   articolo letto 24 volte

Gianni Novella ha vinto la sua battaglia. Dopo un anno e mezzo di lotta contro un destino che già troppe volte si era accanito contro di lui portandogli via le persone più care, ecco che il noto conduttore televisivo e grande tifoso della Salernitana annuncia sui social la fine della chemioterapia. Una lettera toccante, che fa seguito a quella pubblicata un anno fa di questi tempi dedicata ironicamente proprio al suo tumore, diventato improvviso compagno d'avventura e costretto ad arrendersi a cospetto di tanto coraggio. Gianni, di recente, aveva deciso di saltare la chemio per presentare la festa del centenario, un gesto che ha suscitato ammirazione anche da parte della Salernitana e dell'amministrazione comunale. Ecco il suo post, una esortazione anche per tutte le persone che combattono la stessa battaglia e che potrebbero ritrovare la speranza grazie alla sua storia:

"FINALMENTE !!!!!
Ora sorrido io...maledetto! Oggi e' un giorno speciale, di quelli che vorresti gridare al mondo; sono felice perche' termino un lungo, insidioso e sofferente percorso: la mia ultima chemioterapia. Ho aspettato questo momento per potermi guardare indietro, sorridere, commuovermi e ringraziare Dio per questa mia rinascita. Sembra di essere stato chissa' dove..catapultato in quel mondo che mi ha visto cambiare fino al punto di non riconoscermi. Me lo sono trovato addosso, "lui", implacabile e devastante.. E così ho deciso dal primo momento di non arretrare, di non abbassare la guardia e di lottare ad armi pari, pur consapevole della sua forza.. Mi sono trovato a combattere la più terribile delle battaglie, dall' impatto psicologico terrificante, ma ho sempre fatta mia l'idea che le cose si dilatano fino a riempire lo spazio che tu gli lasci...e dovevo uscire dal ring, da quel recinto maledetto. Certo, non sono l' unico e non sarò l' ultimo, ma ho da subito deciso di condividere con voi questa mia storia, avendo la fortuna di raccontarmi. 

CREDO CHE NON SI ABBIA UNA VITA SE NON LA SI RACCONTA ED HO SCELTO DI FARLO CON LEGGEREZZA, DISCREZIONE E QUEL PIZZICO DI IRONIA, UNENDO LA RAGIONE ALL'ANIMA. CIÒ PERCHÉ DIVENTASSE UN VERO INNO ALLA VITA, UN SEMPLICE MA INDISPENSABILE ATTO D'AMORE NELL'IMPARARE AD ASCOLTARSI ED A PRENDERSI CURA DI SÉ, MA SOPRATTUTTO AD AMARSI DI PIÙ, IN RISPOSTA AD UNA SOCIETÀ CHE INESORABILMENTE SEMBRA ALLONTANARSI DAI VALORI DELLA VITA. Questo il mio fil rouge che mi ha consentito di fissare la vita e tutta la sua straordinaria bellezza. Il mio grazie a tutti, per aver condiviso con me i momenti belli e difficili che mi hanno accompagnato in questo lungo periodo,dove ho scoperto un mondo popolato di personaggi dalla straordinaria umanità, angeli custodi, ironici e coraggiosi che riempivano le stanze ,ai medici ed infermieri brillanti ed empatici. Entrare in quelle stanze ti fa capire che siamo altro..un focus sulla vita che si apre profondamente e non superficialmente. È lì che devi svoltare e scattare d' impeto e d' impulso, cosi' ho scelto la strada da intraprendere, la variante ideale per andare in profondità e conoscere me stesso, col desiderio di guardare con umilta' oltre i miei limiti, paure, insicurezze..
Un susseguirsi di umori e sensazioni, intrepido, malinconico, confuso, spaventato, ma tutto questo non ha cancellato la mia gioia di vivere e soprattutto le mie grandi passioni.

E quando mi son trovato sul palco ( tra respiri lunghi prima di presentare e il ritmo del cuore impazzito) ho deciso di vincere io..non era facile controllarsi e far finta di niente...ma le sfide mi piacciono, così come ho dovuto ridare senso ed ordine ad una quotidianità improvvisamente impazzita..
Ed ho saputo amarmi nonostante le cicatrici, orgoglioso che il cancro, cambiando il mio corpo, mi avrebbe dato la possibilità di specchiarmi e di dire: sono qui e sono felice.. Mi sono sentito bello anche quando mi curavo, forse per la voglia di vivere che traspare negli occhi di chi non vuole e non può mollare..occhi che hanno brillato sempre... È stata dura ma sono andato oltre...mi vivo una seconda possibilità, una seconda vita..e me la stringo forte tra le dita... Conservero' le diapositive di questo lungo viaggio, con la convinzione che nella vita tutto sia possibile anche quando essa sembra sfuggirti di mano.. E QUESTO HO VOLUTO RACCONTARE, E LA MIA PRESENZA COSTANTE VOLEVA E CONTINUA A RAPPRESENTARE UNA CAREZZA A CHI SOFFRE E NON RIESCE A REAGIRE, A SVOLTARE. Sarà questa la mia missione in questo secondo atto della mia vita..
RASSERENARE !!! E intanto mi godo ogni frammento di vita; Certo, e' finita si dice alla fine e forse neanche il tempo potra' mai darmi risposta..
Non potro' dire ce l'ho fatta...ma già esserci "OGGI"..rappresenta la mia grande vittoria...e come dice il grande Renato: "Penso che ogni giorno sia come una pesca miracolosa" Il bello inizia adesso ed io alle favole ho sempre creduto.Bentornata VITA....non ti lascio più scappare".


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Salernitana

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy