HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » pordenone » Primo piano
Cerca
Sondaggio TMW
Empoli: giusto esonerare Bucchi?
  Si
  No

Serie B, Pordenone-Spezia 1-0: Barison lancia i ramarri

13.09.2019 23:15 di Marco Lombardi   
Serie B, Pordenone-Spezia 1-0: Barison lancia i ramarri
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

L'anticipo della 3a giornata di Serie B sorride al Pordenone. I ramarri battono lo Spezia e agganciano, momentaneamente, in vetta alla classifica il terzetto composto da Entella, Salernitana e Perugia. Squadre abbottonate e primo tempo letargico. Non succede praticamente nulla fino al 22', quando Gavazzi scocca un bolide da distanza siderale che impegna severamente Scuffet. Risponde lo Spezia al 28': pasticcio di De Agostini, che sbaglia il retropassaggio al portiere e favorisce Federico Ricci, ma l'attaccante scuola Roma non ne approfitta e, a tu per tu con Di Gregorio, scarabocchia alto. I ramarri ruminano calcio, senza mai accendere nemmeno una scintilla. Leggermente meglio gli aquilotti, che lentamente escono dal guscio e guadagnano metri. Al 37' l'occasione più nitida della prima frazione di gioco capita sui piedi di Capradossi che, sugli sviluppi di un flipper in area friulana, calcia a botta sicura: ci vuole tutta la bravura di Di Gregorio ad evitare la capitolazione. Ripresa più vivace. Al 47' Vignali scodella dalla destra per Gyasi, il cui colpo di testa in avvitamento non inquadra il bersaglio. Sul capovolgimento di fronte, i padroni di casa passano: punizione da posizione defilata di Burrai, Barison sovrasta Maggiore e incorna imparabilmente. Spezia frastornato, insiste il Pordenone. Corre ai ripari Italiano, che richiama Galabinov, impalpabile, e getta nell'agone il neo acquisto Ragusa. Risponde Tesser: fuori Candellone, dentro l'ex di turno Ciurria. Al 69' colossale occasione per il pareggio: Maggiore brucia sul tempo un impacciato De Agostini ma, all'altezza dell'area piccola, riesce nell'impresa di spedire alto. Graziato Di Gregorio. Italiano si gioca anche la carta Buffonge, gli fa posto proprio Maggiore per quello che ha tutta l'aria di essere un cambio punitivo. Provano ad addormentare la partita i ramarri, mentre lo Spezia produce gli ultimi sforzi nel disperato tentativo di raddrizzarla. Il Pordenone però stringe i denti e, senza eccessivi patemi, porta a casa l'intera posta.   

TABELLINO

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Almici, Barison, Camporese, De Agostini; Gavazzi, Burrai, Pobega (79′ Pasa); Chiaretti (70′ Zammarini); Monachello, Candellone (65′ Ciurria). A disp.: Jurczak, Stefani, Vogliacco, Semenzato, Zanon, Bassoli, Mazzocco, Strizzolo. All.: Tesser.

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Vignali, Terzi, Capradossi, Bastoni; Maggiore (76′ Buffonge), Mora (58′ Bartolomei), M. Ricci; F. Ricci, Galabinov (55′ Ragusa), Gyasi.  A disp.: Krapikas, Desjardins, Ramos, Marchizza, Ferrer, Erlic, Burgzorg, Gudjohnsen. All.: Italiano.

Arbitro: Robilotta di Sala Consilina.

Rete: 48′ Barison (P).

Note: ammoniti Galabinov (S), De Agostini (P), Mora (S), Terzi (S); recupero: 0' pt, 4′ st.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pordenone

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy