HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » pordenone » In Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Pordenone Calcio, Ciurria: "A Crotone a viso aperto"

12.07.2020 08:42 di Redazione TuttoPordenone    per tuttopordenone.com  
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

I ramarri erano già nuovamente al lavoro ieri mattina al De Marchi. Hanno avuto poco tempo per festeggiare l’importante successo (1-0) ottenuto venerdì sera ai danni del Pisa, formazione che si era presentata al Rocco con il titolo virtuale di capolista post Covid 19. Nelle quattro gare giocate durante la ripresa dopo la pausa i nerazzurri avevano infatti conquistato 10 punti, frutto del pareggio a Salerno (1-1) e delle vittorie con Pescara (2-1) a La Spezia (2-1) e con il Cittadella (2-0). Al Rocco hanno dovuto però fare i conti con la ritrovata vena da goleador di Patrick Ciurria che dopo aver steso (assieme a Mazzocco) i grifoni del Perugia (2-1) si è ripetuto con i nerazzurri ridimensionandone le ambizioni.

“Ho visto Mazzocco andare sul fondo – Ciurria racconta il gol di ottima fattura – è l’ho chiamato. E’ stato bravissimo a servirmi indietro un buon pallone che io ho controllato per poi calciare verso la porta nerazzurra. E’ un gol che dedico ai nostri tifosi che ci mancano tanto e a Michele (Di Gregorio, ndr) per l’infortunio patito al Curi di Perugia (trauma cranico e ferite al volto e alla bocca in uno scontro con Melchiorri, ndr) che l’ha costretto a saltare il match con il Pisa”.

Fra i pali neroverdi nell’occasione è tornato quindi Jack Bindi che a causa di un infortunio (lesione al menisco mediale del ginocchio sinistro con relativa operazione chirurgica) aveva dovuto lasciare il posto al più giovane collega dopo appena due gare di campionato.

“Jack – ha commentato Ciurria – è un grande portiere e l’ha dimostrato una volta di più venerdì fermando un paio di conclusioni veramente insidiose”.

De Agostini e compagni avranno due soli giorni per preparare quella che a questo punto è diventata la partita più importante della stagione regolare. Questa mattina si ritroveranno sempre nel centro sportivo di via Villanova di sotto e nel pomeriggio, dopo essere stati salutati dai tifosi del club PN Neroverde 2020 che porteranno loro il calore della città, prenderanno il volo da Ronchi verso la Calabria. Ora la truppa di Attilio Tesser è sola al terzo posto perché il Cittadella è stato sonoramente sconfitto (0-3) al Tombolato dal Crotone che ha conservato il secondo posto valido per la promozione diretta in seria A e che si appresta appunto a ricevere all’Ezio Scida (domani alle 21) la visita dei ramarri.

“Abbiamo festeggiato la vittoria sul Pisa nello spogliatoio a Trieste – racconta Ciurria -, ma subito dopo abbiamo cominciato a pensare alla trasferta a Crotone”.

Il popolo neroverde confida nel vecchio detto “non c’è due senza tre” e spera che anche in Calabria il fante possa essere decisivo. Sorride Ciurria e riprende:

“Di certo – promette – scenderemo in campo per fare una partita a viso aperto. Non importa poi chi segna. La cosa importante – sentenzia - sarà fare risultato”.

Nella seduta di rifinitura di oggi Attilio Tesser potrà valutare le condizioni di tutti i suoi uomini. Difficilmente All’Ezio Scida potrà contare su Strizzolo e Gavazzi, assenti per infortunio con il Pisa. Di certo riavrà invece a disposizione Camporese che ha scontato le tre giornate di squalifica.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pordenone

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy