HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » pordenone » In Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Pordenone Calcio, Tesser: "A Udine o a Trieste non fa differenza; non ci risparmieremo!"

07.06.2020 10:23 di Redazione TuttoPordenone    per tuttopordenone.com  
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

“Che si giochi a Udine o a Trieste per noi non deve fare nessuna differenza”.

Attilio Tesser è stato chiaro con i suoi giocatori. Il Pordenone, indipendentemente da quello che sarà il rettangolo di casa dal 20 giugno al termine della stagione 2019-20, dovrà scendere in campo con la voglia di chiudere al meglio un torneo ricco di soddisfazioni.

“Se ci riusciremo – ha poi evidenziato – sarà merito nostro. Se non dovessimo riuscirci il trasferimento dalla Dacia Arena al Rocco non dovrà costituire un alibi. Io però ho grande fiducia in questo gruppo che ormai conosco benissimo. I ragazzi smaniano dalla voglia di tornare a giocare e – garantisce - so per certo che non si risparmieranno”.

La compagnia neroverde non lascerà comunque l’impianto di piazza Argentina a cuor leggero.

“Alla Dacia – conferma il tecnico che abita non molto lontano dallo stadio – ci siamo trovati bene. La struttura è moderna e fantastica. Nonostante la cinquantina di chilometri di distanza da Pordenone siamo riusciti a farci seguire da un buon numero di tifosi dalla Destra Tagliamento. Ci ha poi reso orgogliosi anche il fatto che molti udinesi si sono affezionati a noi e sono venuti a vedere le nostre partite. Anche il Rocco però – guarda avanti il tecnico – è uno stadio fantastico”.

Stadio che lo vide guidare l’Unione in due ottime stagioni dal 2003 al 2005 e nel quale il Pordenone lo scorso campionato piazzò una pietra miliare nella costruzione della storica promozione in serie B battendo l’Unione 2-1 con i gol di Candellone e Burrai e un rigore parato al “diablo” Granoche da Bindi. La società cerca di mantenere la squadra lontana dalle vicende relative al trasferimento. Cosa non semplicissima. I ramarri però non lesinano l’impegno. Con la seduta di venerdì hanno concluso la seconda settimana di lavoro dopo la ripresa degli allenamenti in forma collettiva. Si è trattato in pratica di una sorta di nuovo ritiro precampionato durante la quale l’obiettivo era ritrovare la giusta condizione atletica in vista della ripresa del campionato. E’ stata un fase importante perché dal 20 giugno dovranno scendere in campo ogni tre o quattro giorni. Da domani, oltre a continuare il lavoro per mantenere e se possibile migliorare ancora la condizione atletica, verrà utilizzato molto di più il pallone con la disputa di più partitelle per riprendere confidenza con schemi, movimenti e situazioni tattiche.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pordenone

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy