HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » pordenone » In Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

Pordenone Calcio, Lovisa soddisfatto per la ripresa: "Ci aspettano dieci finali!".

30.05.2020 08:13 di Redazione TuttoPordenone    per tuttopordenone.com  
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone

Finalmente si ritorna alla normalità. Da lunedì, dopo il riposo concesso da Attilio Tesser per il fine settimana, i ramarri riprenderanno gli allenamenti di squadra. Saranno tre settimane importanti per ritrovare il clima partita in vista della ripresa del campionato che, come stabilito nel vertice fra Governo e Figc di giovedì scorso ricomincerà il 20 giugno. La stagione regolare (10 partite ancora da disputare) dovrà essere conclusa il primo giorno di agosto. I playoff inizieranno il 4 agosto con i turni preliminari. L’8 e il 9 agosto avranno luogo le semifinali d’andata, l’11 e il 12 quelle di ritorno. Gara uno della doppia finale che determinerà la terza promozione in serie A è in programma per il 16 agosto, gara due il 20. I match dei playout invece si giocheranno il 7 (andata) e il 13 (ritorno) agosto, ma questo non è argomento che interessa i neroverdi, attualmente quarti in classifica a 4 sole lunghezze dal secondo posto (attualmente occupato Crotone) che vale la promozione diretta in serie A. 

Non nasconde la sua soddisfazione Mauro Lovisa che da tempo invocava la ripresa delle operazioni. “Per noi le ultime dieci partite della stagione regolare saranno dieci finali - afferma infatti –. Nei ragazzi c’è tanta voglia di campo. Durante il periodo di “clausura” sono stati esemplari. Sia nel lavoro svolto a casa su indicazioni dei nostri preparatori atletici che in quello fatto nelle ultime settimane, sempre in modalità individuale, al De Marchi. Il ritorno alla normalità da lunedì – sottolinea – è un ottimo segnale non solo per il calcio, ma per tutto il Paese. Significa che il virus sta regredendo”. In realtà sarà una normalità controllata perché giocatori, tecnici e personale a contatto con la squadra continueranno a essere sottoposti a test e tamponi ogni quattro giorni per garantire la sicurezza di chi opera al De Marchi che resterà rigorosamente a porte chiuse per gli estranei. Qualora qualcuno venga trovato positivo la squadra intera dovrà andare in quarantena in isolamento. E’ questo l’unico punto che non trova d’accordo Lovisa. “Spero – ha affermato infatti – che questa decisione venga rivista nei prossimi giorni. Capisco e condivido ovviamente la necessità che l’eventuale contagiato venga isolato (esperienza che lui ha vissuto personalmente essendo stato trovato positivo), ma chi risulta sano deve poter continuare a condurre la sua vita normalmente. In ogni caso – ci tiene a precisare il numero uno neroverde – noi ci adegueremo perfettamente al protocollo emanato dalla Federazione”. Re Mauro spera anche che con il regredire della pandemia possa ritornare alla Dacia Arena pure il popolo neroverde. “Lo stadio – ricorda - ha una capienza di 25 mila posti a sedere. Penso che potrebbero trovare spazio sicuro almeno 5 mila tifosi adeguatamente distanziati uno dall’altro”. Numero più che sufficiente per il Pordenone che nel corso delle prime 28 giornate di questo campionato ha fatto registrare una media presenze in casa di tremila 491 spettatori. Solo in un’occasione, con la Cremonese, con seimila 856 presenze si è superata quota 5 mila.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pordenone

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy