HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » pordenone » In Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
MERCATO: QUAL E' IL COLPO MIGLIORE?
  MAXI LOPEZ - CROTONE
  KASTANOS - PESCARA
  CIOFANI - CREMONESE
  CERCI - SALERNITANA
  SCUFFET - SPEZIA

Pescara-Pordenone, i precedenti

30.08.2019 08:44 di Redazione TuttoPordenone    per tuttopordenone.com   articolo letto 11 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa

All’Adriatico domenica il Pordenone si troverà davanti il Pescara, altra formazione data come protagonista di questo campionato di serie B. Anche per i delfini di Zauri però, come per i ciociari di Nesta, l’esordio non è certo stato all’altezza delle aspettative. Sono stati infatti sconfitti per 3-1 in casa della Salernitana dell’ex ct della nazionale azzurra Gian Piero Ventura. Proprio questo, vista la voglia di riscatto degli abruzzesi, renderà ancora più severo l’impegno dei ramarri. Contro i campani Zauri ha schierato i suoi delfini con un 4-3-3 che vedeva Fiorillo fra i pali, Balzano, Bettella, Campagnaro e Del Grosso in difesa, Busellato (rilevato poi da Ventola), Bruno e Memushaj a centrocampo e Galano Tumminello e Brunori in prima linea. Nell’occasioni i delfini sono andati sotto nel primo tempo a causa di una sfortunata autorete di Bettella. Nella ripresa hanno poi pareggiato con Campagnaro, subito poi i gol di Jallow e Giannetti che li hanno condannati.

“E’ stata una brutta partita, durante la quale – jha cercato di giustificarsi Zauri – la squadra non è riuscita a esprimere in campo ciò che avevamo preparato in allenamento”.

I delfini hanno quindi raddoppiato l’impegno durante le sedute settimanali in vista dell’esordio casalingo contro il Pordenone. Non tutto però è filato liscio. Davide Bettella sta svolgendo un lavoro differenziato a causa di una contusione a un piede così come Davide Vitturini (affaticamento al quadricipite) e Luca Crecco (lesione retto femorale).

Pescara e Pordenone si sono incontrate anche all’inizio della scorsa stagione. Si trattava allora di un match di Tim Cup. Ebbero la meglio, sempre all’Adriatico, gli abruzzesi. Per il Pordenone scattò nuovamente la maledizione dei calci di rigore, già fatale nella semifinale playoff di serie C con il Parma ai tempi di Tedino e negli ottavi di finale di Tim Cup al Meazza con l’Inter ai tempi di Colucci. Il 5 agosto del 2018 al termine dei 90’ nessuna delle due compagini era riuscita a prevalere sull’altra. I padroni di casa erano andati in vantaggio con Brugman, i neroverdi avevano pareggiato con Burrai dal dischetto; Cocco aveva riportato avanti i delfini, ma Magnaghi li aveva riagganciati. Sfortunati nelloccasione dagli undici metri De Agostini, Stefani e Bertoli. Mancoò la trasformazione fra i padroni di casa invece Gaetano Monachello che nel corso dell’estate ha cambiato casacca e ora veste quella neroverde.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pordenone

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy