HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » pescara » News
Cerca
Sondaggio TMW
CREMONESE: SERVIVA IL CAMBIO IN PANCHINA?
  SI
  NO

Donatelli, collaboratore Oddo: "Arrivati a Crotone nel momento più difficile, il Pescara può puntare alla promozione"

08.01.2019 15:48 di Redazione TuttoPescaraCalcio    per tuttopescaracalcio.com   articolo letto 16 volte
Fonte: Il Messaggero
Donatelli, collaboratore Oddo: "Arrivati a Crotone nel momento più difficile, il Pescara può puntare alla promozione"
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

"Il Pescara ha tutte le carte in regola per puntare alla promozione e deve provarci con tutte le sue forze". Parola di Marcello Donatelli, 39 anni, collaboratore tecnico di Massimo Oddo, con cui ha vinto la serie B 2015/2016 sulla panchina biancazzurra. Due punti in sette partite, poi le dimissioni: è durata poche settimane l'avventura dei tecnici pescaresi sulla panchina del Crotone, che dopo la retrocessione dalla serie A ha girato a fine andata al penultimo posto in serie B. Un incubo per la città calabrese, dopo una promozione clamorosa in serie A, una salvezza storica e un'altra mancata all'ultima giornata.
Dopo l'addio dell'ex staff tecnico del Pescara dalla guida del Crotone, è tornato Stroppa. "Abbiamo trovato tanti problemi di cui, dall'esterno, non era facile rendersi conto - racconta Donatelli -. Non c'erano le condizioni tecniche per proseguire e abbiamo preferito, d'accordo con il club, fare un passo indietro. Nessun rancore né alcun tipo di problema con la società, composta da persone perbene. Siamo arrivati nel momento più difficile per il Crotone, in una stagione già difficile di per sé per la piazza. Dopo una retrocessione, è davvero delicato trovare la formula per ripartire. Va detto che a Crotone da tre anni si viaggiava al massimo: promozione, salvezza in A e lotta fino all'ultimo per salvarsi una seconda volta. Poi tutta l'estate passata a sperare nel ripescaggio. Sono state consumate tante energie in questi ultimi anni". Il Pescara l'anno scorso ha rischiato di retrocedere, ad esempio. "Confermando giocatori dalla A, credi di essere competitivo, ma le motivazioni cambiano scendendo di categoria, restano giocatori scontenti. In sostanza, i cicli finiscono. L'esempio da seguire, per me, è quello dell'Empoli di due anni fa: i toscani dopo la retrocessione hanno cambiato tutto, squadra, staff, dirigenza. Ma solo chi ha forza per fare questo, può riuscirci e tornare in serie A al primo colpo". 


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Pescara

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy