HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » perugia » News
Cerca
Sondaggio TMW
SUDTIROL: E' LA SQUADRA RIVELAZIONE DEL TORNEO?
  SI
  NO

Siena e Taranto in finale al torneo di volley maschile "Spirito di squadra" a Gubbio

01.01.1970 01:33 di Redazione Perugia24.net    per perugia24.net  

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato. Con due semifinali tirate e combattute come nelle attese, quelle che hanno abbondantemente ripagato il pubblico accorso alla Polivalente di Gubbio per la prima giornata della decima edizione di Spirito di Squadra. Ad accedere alla finalissima di domenica alle 18 che decreterà la formazione vincitrice sono state l’Emma Villas Aubay Siena e la Prisma Gioiella Taranto, che hanno avuto ragione rispettivamente dei bulgari dell’Hebar Pazardzhik e della Top Volley Cisterna. Il tutto in coda a una giornata che si era aperta con la cerimonia di intitolazione a Francesco Rampini della palestra di via dell’Arboreto, adiacente alla Polivalente, che dopotutto è anche il motivo per il quale dal lontano gennaio del 2013 Spirito di Squadra ha cominciato a esistere: il ricordo del pallavolista eugubino scomparso proprio il 24 settembre 2012 è ancora vivo in tutti coloro che hanno avuto modo di apprezzarne le straordinarie qualità umane nel corso degli anni, e nel giorno del decennale della triste ricorrenza l’intera comunità eugubina ha voluto imprimere per sempre un segno da tramandare alle generazioni future.

Sul taraflex della Polivalente, messo a disposizione dalla Sir Safety Perugia, ad aprire le danze sono state Siena e i bulgari dell’Haber, partiti a razzo sul 2-0 grazie alla formidabile giornata di Todor Aleksiev, top scorer del match a quota 20 e trascinatore in attacco di una squadra che soprattutto nel reparto dei centrali (Yosifov e Nikolov) ha saputo mettere in difficoltà e non poco la difesa di Siena. Che ha faticato a carburare, con il neo campione del mondo Giulio Pinali tenuto inizialmente fuori dalle rotazioni di coach Montagnani, costretto poi a inserirlo in pianta stabile a partite dal terzo set per rimettere sui binari desiderati una gara che altrimenti sarebbe già andata in archivio in poco più di un’ora di gioco. La reazione senese è arrivata però forte e chiara, anche grazie alla prova in crescendo di Van Garderen e soprattutto all’ingresso di Raffaelli, altra pedina estratta dal cilindro e utile soprattutto nelle fasi più convulse della gara. Nel tiebreak un po' di tensione ha tradito la formazione bulgara, con qualche errore di troppo al servizio che ha permesso a Siena di gestire il break ottenuto in avvio di parziale e di chiudere sul 15-12 e garantirsi un posto nella finalissima di domani.

Combattuta lo è stata anche la seconda sfida di giornata, che Taranto ha fatto sua dopo aver dominato i primi due set e aver pagato un passaggio a vuoto nel terzo, quando era avanti 18-15 ma s’è fatta rimontare dal turno in battuta di Bayram (5 punti consecutivi). Perfetta è stata l’esecuzione del piano partita nei primi due parziali da parte dei ragazzi di Di Pinto, ficcanti al servizio (quattro ace per Alletti, tre a testa per Antonov e Loeppky) ma in generali più presenti negli scambi lunghi. Cisterna ha provato a rispondere con uno ZIngel capace spesso di dettare legge sottorete, ma dopo una buona parte Gutierrez si è spento e Bayram non sempre è riuscito ad essere continuo, costringendo agli straordinari Kaliberda (buono il suo ingresso dalla panchina). Nel quarto set proprio la battuta è stata la chiave che ha consentito alla Prisma Gioiella di allungare dopo un sostanziale equilibrio, con qualche errore di troppo che ha finito per condizionare il tentativo di rimonta dei laziali. Al termine delle due sfide il comitato organizzatore di Spirito di Squadra ha voluto anche omaggiare i quattro arbitri delle due sfide (Brancati, Galteri, Rolla e Vagni), consegnando loro un piccolo omaggio di ceramica, realizzato dall’artista Giampietro Rampini.

Il programma di domenica 25 settembre prevede alle 15 la finale per il 3°/4° posto tra Hebar e Cisterna e a seguire la finalissima tra Siena e Taranto.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA – HEBAR PAZARDZHIK 3-2

PARZIALI: 20-25, 20-25, 25-17, 25-19, 15-12.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Van Garderen 13, Petric 3, Finoli 1, Pereyra 9, Biglino 11, Ricci 7, Bonami (L), Pinali 12, Pinelli, Ngapeth, Raffaelli 9. Ne. Pochini (L), Fontani. All.: Montagnani.

HEBAR PAZARDZHIK: Tush 1, Shekerdzhiev 13, Yosifov 6, Nikolov 13, Aleksiev 20, Simeonov 13, Salpavrov (L), Petkov 5, DImitrov, Karavashev. Ne. Safarov (L), Massari. All.: Placi.

ARBITRI: Brancati e Galteri.

PRISMA GIOIELLA TARANTO – TOP VOLLEY CISTERNA 3-1

PARZIALI: 25-18, 25-16, 22-25, 25-19.

PRISMA GIOIELLA TARANTO: Gargiulo 6, Alletti 11, Loeppky 18, Antonov 10, Cottarelli 1, Lucconi 14, Rizzo (L), Andreopoulos. Ne. Stefani (L), Falaschi, Ekstrand, Larizza, Pierri. All.: Di Pinto.

TOP VOLLEY CISTERNA: Dirlic 8, Baranowicz, Zingel 13, Rossi 13, Bayram 7, Gutierrez 3, Catania (L), Kaliberda 8, Zanni. Ne. Anellucci, Forcina, Finauri, Sedlacek, Mattei, Steforini (L). All.: Soli.

ARBITRI: Rolla e Vagni.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Perugia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy