HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » perugia » News
Cerca
Sondaggio TMW
SERIE B: QUAL E' LA SQUADRA CHE HA DELUSO DI PIU'?
  PARMA
  BENEVENTO
  FROSINONE
  CROTONE
  PORDENONE
  ALESSANDRIA
  SPAL
  PISA
  PERUGIA
  COMO

Il successo del "Subasio Crossing" correndo in una natura incontaminata

23.05.2022 10:30 di Redazione Perugia24.net    per perugia24.net  
Fonte: Antonello Menconi

Una prima edizione da ricordare per il "Subasio Crossing". Quella che è stata davvero una scelta azzeccata per un successo annunciato. Davvero tante le emozioni suscitate dalla nuova gara del panorama podistico umbro, con partenza ed arrivo a Collepino di Spello, percorrendo i sentieri di San Francesco. La natura incontaminata di un angolo tra i più affascinanti del centro Italia è stato determinante per garantire la buona riuscita della competizione, che ha visto tramutare l’idea degli organizzatori Luca e Chiara Brustenghi in una giornata capace di unire sport, socializzazione e aria pulita. Fondamentale l’apporto dell’Atletica Winner Foligno, come pure dei tanti volontari della piccola località collinare per la logistica. A trionfare sulla distanza più lunga di 24 chilometri sono stati Nicola Zibetti (davanti a Federico Gemma e Filippo Cafarda) con il tempo di due ore 3 minuti 3 secondi e Giovanna Puma (su Elisabetta Carbonari e Maria Braganti) con due ore 22 minuti 23 secondi, entrambi della stessa Atletica Winner, mentre sulla distanza più breve di 16 chilometri il successo è andato Luca Martini (davanti ad Elia Evangelisti e Marco Brauzi) della Molon Labe Amelia con il tempo di un’ora 26 minuti 40 secondi e a Michela Barberini (precedendo Rosangela Gismondi e Ludovica Raggi), anche lei dell’Atletica Winner, con un’ora 41 minuti 49 secondi. Con quartiere generale nel paese in pietra di appena 30 abitanti, adagiato a 600 metri di quota sul fianco meridionale del monte Subasio, la gara si è sviluppata su un giro di 8 chilometri (420 D+) da ripetere due o tre volte (più attraente due differenti giri unici? Da valutare i pro e i contro...). Alla fine si è trattato di una una vera e propria esperienza multi-sensoriale lungo un percorso caratterizzato prevalentemente da strade sterrate, sentieri e single track. Alla fine lo stesso Luca Brustenghi è rimasto quanto mai soddisfatto. “Siamo felicissimi di come sia andata – ha detto – ma il grazie va ai tanti tanti che hanno collaborato e che si sono prestati per la buona riuscita dell’intera manifestazione ed ovviamente anche agli atleti che hanno scelto di partecipare. Il nostro impegno è quello di voler riuscire a comunicare attraverso lo sport che l’Umbria, oltre essere una delle più belle al mondo, con i suoi borghi etruschi, i suoi musei, la sua natura incontaminata e le sue eccellenze enogastronomiche è una fantastica palestra a cielo aperto; una rete infinita di sentieri fra loro collegati, un paradiso per i milioni di appassionati nel mondo di trailrunning, trekking e mountain bike. In questi anni siamo riusciti a costruire un modello di marketing territoriale di assoluto valore, per originalità ed attualità. Tutto questo è stato possibile grazie ad un progetto, Umbria Crossing, che ha una visione, e al lavoro di un gruppo di professionisti appassionato, coerente, unito, coraggioso e determinato. Dal Bettona Crossing al Subasio Crossing Spello con l’idea di associare la pratica sportiva alla bellezza e storia millenaria dei nostri borghi”. Il prossimo appuntamento sarà con il Bettona Crossing il 24 settembre sulle distanze di 20 e 50 chilometri.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Perugia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy