HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » perugia » News
Cerca
Sondaggio TMW
REGGINA: COLPO MENEZ, POTRA' FARE LA DIFFERENZA?
  SI
  NO

"Cosmi ci tiene tantissimo al Perugia e in campo vuole che si metta il cuore, cerchiamo di ascoltarlo"

06.06.2020 07:40 di Redazione Perugia24.net    per perugia24.net  

Pasquale Mazzocchi, difensore del Perugia, si è collegato in diretta con Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio condotta da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini: "Abbiamo ripreso ormai da una quindicina di giorni e piano piano cerchiamo di rientrare in forma. Non ci sono precedenti da seguire ma questo è il nostro lavoro e dovremo farci trovare pronti al 100%. Anche dal punto di vista nutrizionale c'è attenzione, bisogna bere tanto perché il muscolo non è abituata. Da una settimana lavoriamo col pallone e si fa molta più fatica. Ci stiamo riprendendo e speriamo di partire bene".

Sente la sua gavetta del passato come una forza o ha già qualche rimpianto per il palcoscenico più importante?
"Rimpianti no, io sono uno che va sempre a mille, ha sempre molta fame. Quello step (verso la Serie A, ndr) proverò a farlo anche a 40 anni, perché è la mia mentalità provarci".

La scalata col Parma come la ricorda?
"Indelebile nella carriera ma soprattutto nella vita, ho fatto tre anni straordinari. Quando me ne sono andato, ho lasciato metà del cuore. Ho tantissimi amici e spero di poter tornare presto a salutarli, ora è un anno e mezzo che sono a Perugia, mi trovo benissimo. Nell'ultimo periodo non siamo andati troppo bene, ora cerchiamo di rialzarci".

Che Serse Cosmi ha trovato?
"Ci tiene tantissimo al Perugia e in campo vuole che si metta il cuore, cerchiamo di ascoltarlo".

Com'è il suo vice, Bazzani?
"Ha tanta esperienza e molto da insegnare a tutti. Ci sarà d'aiuto".

Il Benevento è di un altro pianeta?
"Se sono lì è perché hanno fatto molto più degli altri. Non resta che dar loro merito, ho qualche ex compagno lì come Insigne, ed è giusto che siano dove sono".

Siete in una posizione di classifica a metà del guado.
"Quando si è in certe situazioni, si deve pensare a giocare come se avessimo dieci finali. Siamo carichissimi e non vediamo l'ora di ricominciare il campionato".

Chi è la più attrezzata dopo il Benevento?
"Nell'ultimo periodo ho visto bene Crotone e Spezia, ma anche il Frosinone si sta riprendendo alla grande".

C'è un momento in cui ha capito che il percorso da pro era quello giusto?
"C'è chi nasce con la camicia e chi le cose deve sudarsele. Io sono tra questi, non ho mai mollato e mai lo farò. Sono partito dal nulla, e se per qualcuno dove sono adesso non è una situazione eccellente, per me è già una vittoria. Sono giovane ed ho voglia di lavorare, devo dire al mio corpo di non fermarsi".

Quanto il calcio l'ha aiutato ad uscire da ambienti difficili?
"Devo ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre indicato la strada giusta. Mi hanno sempre bacchettato e fatto stare dove dovevo".

C'è un allenatore che stima più degli altri?
"D'Aversa. Lo stimo davvero tanto, devo ringraziarlo perché mi ha dato il ruolo che faccio ora (terzino, ndr). Anche Cosmi però mi sta facendo rinascere".

Come ha vissuto il periodo a casa?
"Sensazioni strane, anche se piano piano stiamo tornando alla normalità. Io sono sempre stato sereno, personalmente, sul lato fisico perché ho sempre fatto allenamenti a casa e da quando abbiamo ricominciato non ho incontrato grandissime difficoltà".


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Perugia

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy