HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
  HOME tb » perugia » Curiosità
Cerca
Sondaggio TMW
CREMONESE: SERVIVA IL CAMBIO IN PANCHINA?
  SI
  NO

Sono passati quarant'anni dall'imbattibilità! Quel Perugia dei Miracoli che non si dimentica!

14.05.2019 12:40 di Redazione Perugia24.net    per perugia24.net   articolo letto 12 volte

Questo il racconto di Alex Frosio sulla Gazzetta dello Sport per celebrare la ricorrenza dei quarant'anni dall'imbattibilità del Perugia.

Una squadra irripetibile, una stagione irripetibile. Esattamente quarant’anni, il 13 maggio 1979, si completava una delle imprese più memorabili che il calcio italiano ricordi: la consacrazione del Perugia dei Miracoli. Quel giorno, il Grifo allenato da Ilario Castagner pareggiò 2-2 a Bologna - doppietta di Salvatore Bagni - concludendo imbattuto il campionato di Serie A. Zero sconfitte in 30 giornate, prima squadra italiana a riuscirci. E il “regalo” è la sentenza del tribunale federale: con la retrocessione del Palermo, il Perugia di Nesta accede ai playoff di Serie B. Quel record è stato poi eguagliato dal Milan degli Invincibili nel 1991-92 e dalla prima Juventus di Conte nel 2011-12, ma già il nome delle “eguagliatrici” fa capire la grandezza dell’impresa. Che resta comunque irripetibile, visto che il Perugia dei Miracoli è l’unica ad aver chiuso da imbattuto un campionato di A a 16 squadre.

Malizia Nappi Ceccarini, Frosio Della Martita Dal Fiume, Bagni Butti, Casarsa Vannini Speggiorin: per chi ha amato quel Grifo è una specie di filastrocca al pari della più celebre Sarti Burgnich Facchetti... Ma quella squadra (che comprendeva Grassi, Mancini, Dall’Oro, Tacconi, Zecchini, Goretti, Redeghieri e Cacciatori) concluse al secondo posto con 41 punti, frutto di 11 vittorie e 19 pareggi - dietro al Milan della stella, vincitore del suo decimo scudetto, altra ricorrenza del 13 maggio - anche perché sulla strada verso la leggenda perse giocatori fondamentali: Vannini, detto il Condor, una sorta di regista offensivo fortissimo sui palloni aerei, si ruppe tibia e perone contro l’Inter alla seconda giornata del girone di ritorno, il capitano e libero Piero Frosio concluse la stagione per infortunio a Torino contro i granata a sette turni dalla fine. “Con loro forse avremmo vinto lo scudetto”, ha spesso ricordato l’allenatore Castagner.

Restano comunque dei ricordi leggendari. Come la vittoria in casa della Juventus il 22 ottobre 1978, un 2-1 con gol di Speggiorin e Vannini (i bianconeri non perdevano al Comunale, derby a parte, dal 1970...), o il 2-2 in rimonta al Renato Curi - stadio appena intitolato allo sfortunato numero 8 scomparso in campo nell’ottobre 1977 - con gol del pareggio a partita quasi finita, segnato dal terzino Antonio Ceccarini, all’unica rete in carriera in Serie A. Non ha vinto lo scudetto, il Perugia dei Miracoli, ma è entrato nella storia. Indimenticabile, non solo per chi ne ha un ricordo... di famiglia.


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Perugia

Le più lette
   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy