Menu Primo pianoCalciomercatoIntervisteEsclusive TBCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie B ascolibaribresciacatanzarocittadellacomocosenzacremoneseferalpisalòleccomodenapalermoparmapisareggianasampdoriaspeziasudtirolternanavenezia
tb / parma / Serie B
Como-Parma 1-1, un punto che a conti fatti può andare bene a entrambeTuttoB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 24 febbraio 2024, 18:17Serie B
di Luca Cilli
per Tuttomercatoweb.com
fonte inviato allo stadio "Giuseppe Sinigaglia" di Como

Como-Parma 1-1, un punto che a conti fatti può andare bene a entrambe

Al Parma qualche rimpianto resta, perché il vantaggio immediato doveva essere gestito meglio così come alcune situazioni chiave del match. Ma il Como ha fatto di tutto per essere a livello della prima in classifica e non sfigurare, riuscendoci anche in alcuni frangenti. L’1-1 è una logica conseguenza che non scontenta la squadra di Fabio Pecchia e può tornare utile anche a quella del duo Roberts-Fabregas che resta a un passo dal secondo posto che significa promozione diretta. Il primo pare già essere occupato. E anche con pieno merito.

Massimo e minimo Il Parma aveva iniziato talmente bene che nel primo quarto d’ora poteva farne tranquillamente due. Dovrà accontentarsi invece solamente del gol di Adrian Benedyczak che deve solamente farsi trovare al posto giusto (piena area di rigore) e al momento giusto per riscuotere alla cassa la bella ripartenza nata anche da uno sbaglio di posizionamento del Como. Tocco di piatto semplice, Semper battuto, 1-0 in 120 secondi. Nei restanti invece Dennis Man non è altrettanto preciso: lo sbaglio su un tiro a giro preparato anche bene può passare, grave invece la chance sprecata successivamente quando in area preferisce un dribbling in più al tiro secco. A conti fatti il minimo dopo il massimo prodotto. Simone Verdi, di professione fantasista, è invece l’elogio della concretezza. Centro al primo tentativo su assist geniale in verticale di Da Cunha. Un tiro, un gol. Il massimo (quasi) con il minimo.

Spunti e punto Divertente sì, magari meno appariscente rispetto al primo ma sicuramente anche il secondo tempo è stato tutto sommato interessante. Qualche strappo da una parte e dell’altra, un paio di intuizioni per cambiare spartito ma nulla di realmente eclatante per provare a vincerla. E così strada facendo Como e Parma hanno compreso l’utilità del punto che per motivi differenti fa comodo sia all’una che all’altra. I primi, ad esempio, cancellano la sconfitta pesante di Palermo e restano vicini al secondo posto mentre la prima in classifica si conferma tale mantenendo invariato il vantaggio di 9 punti rispetto all’avversario che c’era anche prima della sfida del Sinigaglia. In fondo i conti tornano per entrambe.