HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » parma » Esclusive ParmaLive
Cerca
Sondaggio TMW
SUDTIROL: E' LA SQUADRA RIVELAZIONE DEL TORNEO?
  SI
  NO

PL - Ag. Cheddira: "Negli ultimi due anni ha fatto vedere potenzialità importanti. Sempre grati al Parma"

01.01.1970 01:33 di Donatella Todisco    per parmalive.com  
PL - Ag. Cheddira: "Negli ultimi due anni ha fatto vedere potenzialità importanti. Sempre grati al Parma"
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it

Walid Cheddira è attualmente il capocannoniere della Serie B con 7 gol, reti che stanno trascinando il Bari sempre più in alto. L'attaccante italo-marocchino, voluto al Parma dall'ex ds Daniele Faggiano, è stato di proprietà degli emiliani fino alla scorsa estate. Abbiamo intervistato Bruno Di Napoli per conoscere meglio il percorso dell'attaccante biancorosso: ecco le parole dell'agente del giocatore ai microfoni di ParmaLive.com.

Si aspettava un rendimento del genere da parte di Walid?
"Conosco Walid da cinque anni. So quale sia il valore del ragazzo e mi auguravo che con il tempo potesse arrivare a certi livelli. E' un ragazzo molto serio, un grande lavoratore. Onestamente ci speravo, anche perché nelle ultime due annate, tra Mantova e Bari, aveva fatto vedere delle potenzialità importanti".

Il discorso nazionale italiana è definitivamente chiuso?
"Questo non lo so dire. Sicuramente essere stato convocato con la Nazionale del Marocco è un motivo di orgoglio per lui e per la sua famiglia. Per ora parliamo di dati di fatto, non di quello che può o non può essere: Cheddira è stracontento per la convocazione del Marocco e per la considerazione del commissario tecnico nei suoi confronti. Oltretutto secondo me il Marocco è una Nazionale di alto livello che parteciperà anche ai Mondiali".

C'è mai stata la possibilità concreta di tornare in Emilia?
"Walid era un giocatore del Parma. La società ha fatto delle valutazioni diverse, anche perché hanno in rosa dei giocatori importanti. So che lo scorso anno lo hanno seguito con attenzione, tanto che il direttore dell'area prestiti Alessandro Lucarelli è andato diverse volte a vederlo. Poi la società ha fatto delle valutazioni in base ai giocatori che aveva in rosa, calciatori importanti e molto forti".

Conferma la presenza di una clausola sul suo contratto che potrebbe premiare il Parma in caso di cessione da parte del Bari? 
"Questi sono accordi tra le società. Personalmente non saprei rispondere".

Perché secondo lei il Parma non ha creduto fino in fondo in Cheddira?
"Questo andrebbe chiesto alla società. A inizio anno il Parma ha fatto delle considerazioni sui giocatori che aveva in rosa, come Inglese e Man. Per me il Parma ha un attacco molto importante e probabilmente non si aspettava che Cheddira potesse esplodere fino a questo punto. Ad ogni modo non sarebbe giusto oggi dire che il Parma non abbia creduto nel giocatore. In base ai loro giocatori hanno fatto delle valutazioni. Ci tengo a ringraziare sempre il Parma nella gestione precedente: Walid è stato preso in Serie D dal direttore Faggiano, che aveva creduto in lui, portandolo a Parma. Noi saremo sempre grati alla società Parma perché il suo percorso è passato anche di lì. E' stato il Parma ad avergli fatto il primo contratto da professionista e hanno creduto nel ragazzo, dandolo in prestito all'Arezzo, poi al Mantova. Per questo va dato sempre un grosso ringraziamento al Parma".

Chi finirà più in alto tra Bari e Parma?
"E' una bella domanda. Mi auguro che vadano entrambe in Serie A".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Altre notizie Parma

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy