HOME  | REDAZIONE  | NETWORK  | MOBILE EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI  | RSS  
TMW Radio
  HOME tb » parma » Esclusive ParmaLive
Cerca
Sondaggio TMW
Serie B: giusto rinviare le ultime due gare?
  Si
  No

PL - Gigli: "Tutino deve confermarsi, Inglese fa la differenza. Decisivi i prossimi mesi"

13.01.2022 12:12 di Donatella Todisco    per parmalive.com  
PL - Gigli: "Tutino deve confermarsi, Inglese fa la differenza. Decisivi i prossimi mesi"
© foto di Prospero Scolpini/TuttoLegaPro.com

Solo una presenza per lui col Parma (in Serie A, stagione 2009-2010) e 16 col Crotone (in B, nel 2014-2015), ma Abel Gigli è rimasto legato a entrambe le piazze. Il difensore, ora in forza alla Folgore Caratese - club militante in Serie D - dice la sua in esclusiva ai nostri microfoni sul momento delle due squadre che hanno iniziato il campionato un po' sottotono.

Parma-Crotone, scontro salvezza o no? 
"Tecnicamente secondo me no. Il Crotone sicuramente rischia, il Parma non avrà una classifica ottima ma non lotterà solo per la salvezza. In caso di vittoria può fare un balzo importante".

Ci sono ancora speranze di promozione per il Parma?
"I playoff sono allargati, direi di sì. Certo, diventa complicato pensare ai primi posti, ma la rosa è importantissima. Può provare a subentrare proprio con gli spareggi, i prossimi mesi saranno decisivi e se saranno sistemati vari aspetti si potrà risalire la china. Se il Parma troverà continuità potrà fare un grande finale di stagione". 

Credi nel lavoro di Iachini? Quali migliorie può apportare? 
"Bisogna cementare il gruppo, il resto lo devono fare i giocatori in campo. Loro possono e devono fare la differenza. Iachini conosce bene la categoria, ci sono armi in più da sfruttare". 

Quali i tuoi ricordi di Parma? Una sola presenza in A, poi un lungo girovagare
"Mi sento cresciuto a Parma, è stato un sogno che si è avverato quello di stare in prima squadra e di aver collezionato anche una presenza in Serie A. Sino al fallimento ero di loro proprietà, il legame è rimasto prima di andare in Slovenia. Avevo sempre un po' la speranza, negli ultimi anni, di poter tornare utile nel progetto".

E il Crotone? Te l'aspettavi così in basso? 
"No, perché è una squadra che veniva dalla Serie A, poco importa se comunque aveva cambiato tanto. La società è competente, credo sia composta da gente che sa fare calcio. Non me li aspettavo così in basso, ma c'è tutto per poter risalire. Modesto è anche un allenatore importante e cercherà di individuare elementi funzionali al progetto". 

Chi potrebbe essere la rivelazione dei ducali in questo 2022? 
"E' difficile fare dei nomi di preciso. Direi Tutino fra i tanti, che dopo la Salernitana è chiamato a dare conferme, poi c'è Inglese che ha fatto la differenza già in A. Senza contare dei giovani che ci sono in prospettiva, che possono esprimersi ai massimi livelli". 

Pareri sulla difesa ducale?
"Non ho visto troppe partite del Parma quest'anno, non vorrei dare particolari giudizi. La difesa ha sicuramente esperienza, ma deve dare maggiore sensazione di solidità, ci sono però anche dei giovani e di livello". 

Pronostico?
"Sono stato bene in entrambi i posti, per non fare torto a nessuno ti direi pareggio. Il Crotone cercherà di riscattarsi anche perché viene da un cambio di panchina, cercherà di venire a Parma per far punti. I gialloblù devono al contrario dare un segnare importante".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA


TODOmercadoWEB.es - El sitio del mercado futbolístico actualizado 24 horas al día

Articoli correlati



Altre notizie Parma

   Editore: TMW NETWORK s.r.l. - Partita IVA 02210300519 Privacy Policy